Citrix Virtual Apps and Desktops

Impostazioni dei criteri di grafica

La sezione Graphics (Grafica) contiene le impostazioni dei criteri per controllare la modalità di gestione delle immagini nelle sessioni utente.

Allow visually lossless compression (Consenti compressione senza perdita di dati dal punto di vista visivo)

Questa impostazione consente di utilizzare la compressione senza perdita di dati dal punto di vista visivo anziché la vera compressione senza perdita di dati per la grafica. La prima opzione, rispetto alla seconda, migliora le prestazioni, ma comporta una perdita di piccola entità non visibile a occhio. Questa impostazione modifica il modo in cui vengono utilizzati i valori dell’impostazione Visual quality (Qualità visiva).

Per impostazione predefinita, questa impostazione è disabilitata.

Graphics status indicator (Indicatore di stato della grafica)

Questa impostazione configura l’indicatore di stato della grafica per l’esecuzione nella sessione utente. Questo strumento consente all’utente di visualizzare informazioni sulla modalità grafica attiva, inclusi dettagli del codec video, codifica hardware, qualità dell’immagine e monitor in uso per la sessione. Con l’indicatore di stato grafico, l’utente può anche abilitare o disabilitare la modalità pixel perfect.

La versione 2103 di Citrix Virtual Apps and Desktops e le versioni successive includono un dispositivo di scorrimento della qualità dell’immagine per aiutare l’utente a trovare il giusto equilibrio tra qualità dell’immagine e interattività.

La versione 2109 di Citrix Virtual Apps and Desktops e le versioni successive includono funzionalità per configurare un layout di visualizzazione virtuale tramite un’interfaccia utente avviata utilizzando l’indicatore di stato grafico.

L’indicatore di stato grafico sostituisce lo strumento indicatore senza perdita di dati delle versioni precedenti. Questa politica abilita l’indicatore lossless per Citrix Virtual Apps and Desktops versioni da 7.16 a 1809.

Layout del display virtuale

La funzione di layout del display virtuale, già parte dell’app Citrix Workspace per Windows, ora fa parte anche del VDA. Questa funzione consente di definire un layout di monitor virtuale sul VDA all’interno di una sessione live e di dividere virtualmente i monitor di sessione in un massimo di otto display virtuali sul desktop remoto. È possibile configurare i monitor virtuali facendo clic con il pulsante destro del mouse sull’icona dell’indicatore di stato della grafica e selezionando l’opzione Configure virtual displays (Configura display virtuali) che avvia l’interfaccia utente di configurazione dello schermo virtuale. Qui è possibile tracciare linee orizzontali o verticali per separare lo schermo in monitor virtuali. Facendo clic con il pulsante destro del mouse su un monitor virtuale nell’interfaccia utente, lo si contrassegna come monitor principale. Lo schermo viene diviso in base alle percentuali specificate delle risoluzioni del monitor della sessione. È inoltre possibile impostare un DPI per gli schermi virtuali.

Dopo aver definito il layout di un monitor virtuale, facendo clic su OK si applica immediatamente il layout di visualizzazione virtuale. Cancel (Annulla) chiude l’interfaccia utente, ignorando eventuali modifiche.

layout di schermo virtuale 1

layout di schermo virtuale 2

Questa configurazione si applica solo alle sessioni desktop e non influisce sulle applicazioni pubblicate. In uno scenario con più monitor, lo stesso layout di visualizzazione virtuale configurato viene applicato a tutti i monitor della sessione, se il numero totale di display virtuali non supera il massimo supportato di otto display virtuali. Nel caso in cui questo limite venga superato, il layout di visualizzazione virtuale viene ignorato e non applicato a nessun monitor di sessione.

La configurazione del display virtuale definita viene memorizzata per utente per dispositivo client. La configurazione si applica a tutte le connessioni successive provenienti da un determinato client per a un determinato utente. Viene mantenuta durante il ridimensionamento della sessione, la disconnessione/riconnessione della sessione e lo scollegamento/accesso alla sessione.

Non utilizzare questa funzione contemporaneamente alla funzione di visualizzazione virtuale esistente nell’app Citrix Workspace.

Display memory limit (Visualizza limite di memoria)

Questa impostazione specifica la dimensione massima del buffer video in kilobyte per la sessione.

Per impostazione predefinita, il limite di memoria di visualizzazione è 65.536 kilobyte.

Specifica la dimensione massima del buffer video in kilobyte per la sessione. Specificare una quantità in kilobyte da 128 a 4.194.303. Il valore massimo di 4.194.303 non limita la memoria di visualizzazione. Per impostazione predefinita, la memoria di visualizzazione è 65.536 kilobyte. L’utilizzo di una maggiore profondità di colore e di una risoluzione più elevata per le connessioni richiede più memoria. In modalità grafica legacy, se viene raggiunto il limite di memoria, la qualità della visualizzazione diminuisce in base all’impostazione Display mode degrade preference (Preferenza per il peggioramento della modalità di visualizzazione).

Per le connessioni che richiedono una maggiore profondità di colore e una risoluzione più elevata, aumentare il limite. Calcolare la memoria massima richiesta utilizzando l’equazione:

Profondità della memoria in byte = (profondità del colore in bit per pixel)/8) x (risoluzione verticale in pixel) x (risoluzione orizzontale in pixel).

Ad esempio, con una profondità di colore pari a 32, una risoluzione verticale pari a 600 e una risoluzione orizzontale pari a 800, la memoria massima richiesta è (32/8) x (600) x (800) = 1.920.000 byte, che restituisce un limite di memoria di visualizzazione di 1920 KB.

Le profondità di colore diverse da 32 bit sono disponibili solo se è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

HDX alloca solo la quantità di memoria di visualizzazione necessaria per ogni sessione. Pertanto, se solo alcuni utenti richiedono un valore superiore a quello predefinito, non vi è alcun impatto negativo sulla scalabilità se si aumenta il limite di memoria di visualizzazione.

Display mode degrade preference (Preferenza per il peggioramento della modalità di visualizzazione)

Nota:

Per Virtual Delivery Agent 7.x, questa impostazione dei criteri si applica solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

Questa impostazione specifica se peggiorerà prima la profondità del colore o la risoluzione quando viene raggiunto il limite di memoria di visualizzazione della sessione.

Per impostazione predefinita, la profondità del colore peggiorerà per prima.

Quando viene raggiunto il limite di memoria della sessione, è possibile ridurre la qualità delle immagini visualizzate scegliendo se peggiorare prima la profondità del colore o la risoluzione. Quando la profondità del colore peggiora per prima, le immagini visualizzate utilizzano meno colori. Quando la risoluzione peggiora per prima, le immagini visualizzate utilizzano meno pixel per pollice.

Per avvertire gli utenti del peggioramento della profondità del colore o della risoluzione, configurare l’impostazione Notify user when display mode is degraded (Avvisa l’utente quando la modalità di visualizzazione peggiora).

Dynamic windows preview (Anteprima finestre dinamiche)

Questa impostazione abilita o disabilita la visualizzazione di finestre senza soluzione di continuità in:

  • Capovolgimento
  • Scorrimento finestre 3D
  • Anteprima della barra delle applicazioni
  • Anteprima di Windows
Opzione di anteprima di Windows Aero Descrizione
Anteprima della barra delle applicazioni Quando l’utente passa il mouse sull’icona della barra delle applicazioni di una finestra, viene visualizzata un’immagine di tale finestra sopra la barra delle applicazioni.
Anteprima di Windows Quando l’utente passa il mouse su un’immagine di anteprima della barra delle applicazioni, sullo schermo viene visualizzata un’immagine di dimensioni standard della finestra.
Capovolgimento Quando l’utente preme ALT+TAB, vengono visualizzate piccole icone di anteprima per ogni finestra aperta.
Scorrimento finestre 3D Quando l’utente preme il tasto TAB+logo Windows, vengono sovrapposte sullo schermo immagini di grandi dimensioni delle finestre aperte.

Per impostazione predefinita, questa impostazione è abilitata.

Caching delle immagini

Nota:

Per Virtual Delivery Agent 7.x, questa impostazione dei criteri si applica solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

Questa impostazione abilita o disabilita la memorizzazione nella cache e il recupero di sezioni di immagini nelle sessioni. La memorizzazione nella cache delle immagini nelle sezioni e il recupero di queste sezioni quando necessario rende lo scorrimento più fluido, riduce la quantità di dati trasmessi sulla rete e l’elaborazione richiesta sul dispositivo utente.

Per impostazione predefinita, l’impostazione di memorizzazione nella cache delle immagini è abilitata.

Nota:

L’impostazione di memorizzazione nella cache delle immagini controlla il modo in cui le immagini vengono memorizzate nella cache e recuperate. L’impostazione non controlla se le immagini sono memorizzate nella cache. Le immagini vengono memorizzate nella cache se l’impostazione Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy) è abilitata.

Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy) - non supportata. Solo per compatibilità con le versioni precedenti

Importante:

In questa versione non sono supportate la modalità grafica legacy e DCR (Desktop Composition Redirection). Questo criterio è incluso solo per la compatibilità con le versioni precedenti quando si utilizza XenApp 7.15 LTSR, XenDesktop 7.15 LTSR e le versioni di VDA precedenti con Windows 7 e Windows 2008 R2.

Questa impostazione disabilita l’esperienza grafica avanzata. Utilizzare questa impostazione per ripristinare l’esperienza grafica legacy, riducendo il consumo di larghezza di banda su una connessione WAN o mobile. Le riduzioni della larghezza di banda introdotte in XenApp e XenDesktop 7.13 rendono questa modalità obsoleta.

Per impostazione predefinita, questa impostazione è disabilitata e gli utenti usufruiscono di un’esperienza grafica avanzata.

La modalità grafica legacy è supportata con VDA Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

La modalità grafica legacy non è supportata in Windows 8.x, 10 o Windows Server 2012, 2012 R2 e 2016.

Per ulteriori informazioni sull’ottimizzazione delle modalità grafiche e dei criteri in XenApp e XenDesktop 7.6 FP3 o versioni successive, vedere CTX202687.

Maximum allowed color depth (Profondità colore massima consentita)

Nota:

Per Virtual Delivery Agent 7.x, questa impostazione dei criteri si applica solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

Questa impostazione specifica la profondità di colore massima consentita per una sessione.

Per impostazione predefinita, la profondità di colore massima consentita è di 32 bit per pixel.

Questa impostazione si applica solo ai driver e alle connessioni Thinwire. Non si applica ai VDA che dispongono di un driver diverso da Thinwire come driver di visualizzazione principale, ad esempio i VDA che utilizzano un driver WDDM (Windows Display Driver Model) come driver di visualizzazione principale. Per i VDA con sistema operativo a sessione singola che utilizzano un driver WDDM come driver di visualizzazione principale, ad esempio Windows 8, questa impostazione non ha effetto. Per i VDA con sistema operativo Windows multisessione che utilizzano un driver WDDM, ad esempio Windows Server 2012 R2, questa impostazione potrebbe impedire agli utenti di connettersi al VDA.

L’impostazione di una profondità di colore elevata richiede più memoria. Per ridurre la profondità del colore quando viene raggiunto il limite di memoria, configurare l’impostazione Display mode degrade preference (Preferenza per il peggioramento della modalità di visualizzazione). Quando la profondità del colore peggiora, le immagini visualizzate utilizzano meno colori.

Notify user when display mode is degraded (Avvisa l’utente quando la modalità di visualizzazione peggiora)

Nota:

Per Virtual Delivery Agent 7.x, questa impostazione dei criteri si applica solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

Questa impostazione visualizza una breve spiegazione all’utente quando la profondità o la risoluzione del colore peggiorano.

Per impostazione predefinita, l’invio di una notifica agli utenti è disabilitata.

Ottimizzazione per carichi di lavoro grafici 3D

Questa impostazione configura le impostazioni predefinite appropriate che meglio si adattano ai carichi di lavoro ad elevato consumo di grafica. Abilitare questa impostazione per gli utenti il cui carico di lavoro viene eseguito su applicazioni ad elevato uso di grafica. Applicare questo criterio solo nei casi in cui una GPU è disponibile per la sessione. Qualsiasi altra impostazione che sovrascrive esplicitamente le impostazioni predefinite impostate da questo criterio ha la precedenza.

Per impostazione predefinita, l’ottimizzazione per il carico di lavoro della grafica 3D è disabilitata.

Queuing and tossing (Metti in coda e ignora)

Nota:

Per Virtual Delivery Agent 7.x, questa impostazione dei criteri si applica solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Legacy graphics mode (Modalità grafica legacy).

Questa impostazione elimina le immagini in coda sostituite da un’altra immagine.

Per impostazione predefinita, questa impostazione è abilitata.

Questa impostazione migliora la risposta quando la grafica viene inviata al dispositivo utente. Configurando questa impostazione, le animazioni diventano mosse a causa di fotogrammi non elaborati.

Use video codec for compression (Usa codec video per la compressione)

Consente di utilizzare un codec video per comprimere la grafica quando la decodifica video è disponibile nell’endpoint. Quando si sceglie For the entire screen (Per l’intero schermo), il codec video viene applicato come codec predefinito per tutti. Quando si seleziona For actively changing regions (Per zone che cambiano attivamente), il codec video viene utilizzato per le zone in cui è presente un cambiamento costante sullo schermo, gli altri dati utilizzano la compressione delle immagini fisse e la memorizzazione nella chat delle bitmap. Quando la decodifica video non è disponibile nell’endpoint o quando si specifica Do not use video codec (Non utilizzare il codec video), viene utilizzata una combinazione di compressione delle immagini fisse e memorizzazione nella cache delle bitmap. Quando si seleziona Use when preferred (Usa in base alla preferenza), il sistema sceglie in base a vari fattori. I risultati possono variare tra le versioni man mano che il metodo di selezione viene migliorato.

Selezionare Use when preferred (Usa in base alla preferenza) per consentire al sistema di scegliere le impostazioni appropriate per lo scenario corrente.

Selezionare For the entire screen (Per l’intero schermo) per migliorare l’esperienza utente e la larghezza di banda, soprattutto nei casi con un uso intensivo di video e grafica 3D con rendering sul server.

Selezionare For actively changing regions (Per zone che cambiano attivamente) per ottimizzare le prestazioni video, in particolare con larghezza di banda ridotta, mantenendo al contempo la scalabilità per contenuti statici e che cambiano lentamente. Questa impostazione è supportata nelle distribuzioni con più monitor.

Selezionare Do not use video codec (Non utilizzare codec video) per ottimizzare il carico della CPU del server e per i casi in cui non sono presenti numerosi video con rendering sul server o altre applicazioni ad uso intensivo di grafica.

L’impostazione predefinita è Use when preferred (Usa in base alla preferenza).

Use hardware encoding for video (Utilizza codifica hardware per i video)

Questa impostazione consente l’utilizzo di hardware grafico, se disponibile, per comprimere gli elementi dello schermo con il codec video. Se tale hardware non è disponibile, il VDA torna alla codifica basata su CPU utilizzando il codec video software.

L’opzione predefinita per questa impostazione dei criteri è Enabled (Abilitata).

Sono supportati più monitor.

Qualsiasi app Citrix Workspace che supporta la decodifica video può essere utilizzata con la codifica hardware.

NVIDIA

Per le GPU NVIDIA GRID, la codifica hardware è supportata con VDA per sistema operativo multisessione e sistema operativo a sessione singola.

Le GPU NVIDIA devono supportare la codifica hardware NVENC. Per un elenco delle GPU supportate, vedere SDK per codec video NVIDIA.

NVIDIA GRID richiede un driver versione 3.1 o successiva. NVIDIA Quadro richiede un driver versione 362.56 o successiva. Citrix consiglia i driver del tipo NVIDIA R361 Release.

Il testo senza perdita di dati non è compatibile con la codifica hardware NVENC. Se il testo senza perdita di dati è abilitato, ha la priorità sulla codifica hardware NVENC.

L’uso selettivo del codec hardware H.264 per zone in continua evoluzione è supportato.

La compressione senza perdita di dati dal punto di vista visivo (YUV 4:4:4) è supportata. Tale opzione (impostazione dei criteri grafici Allow visually lossless compression (Consenti compressione senza perdita di dati dal punto di vista visivo)) richiede l’app Citrix Workspace 1808 o versioni successive o Citrix Receiver per Windows 4.5 o versioni successive.

Intel

Per i processori grafici Intel Iris Pro, la codifica hardware è supportata con VDA per sistema operativo a sessione singola e sistema operativo multisessione.

Sono supportati i processori grafici Intel Iris Pro della famiglia di processori Intel Broadwell e versioni successive. È richiesto Intel Remote Displays SDK versione 1.0, che può essere scaricato dal sito Web Intel: Remote Displays SDK.

Il testo senza perdita di dati è supportato solo quando il criterio Video codec (Codec video) è impostato per l’intero schermo e il criterio Optimize for 3D graphics workload (Ottimizza per il carico di lavoro della grafica 3D) è disabilitato.

L’opzione Visually losssless (YUV 4:4:4) (Senza perdita di dati dal punto di vista visivo) non è supportata.

Il codificatore Intel offre una buona esperienza utente per un massimo di otto sessioni di codifica (ad esempio un utente che utilizza otto monitor o otto utenti che utilizzano un monitor ciascuno). Se sono necessarie più di otto sessioni di codifica, verificare con quanti monitor si connette la macchina virtuale. Per garantire una buona esperienza utente, l’amministratore può decidere di configurare questa impostazione dei criteri per utente o per macchina.

AMD

Per AMD, la codifica hardware è supportata con VDA per sistema operativo a sessione singola.

Le GPU AMD devono supportare RapidFire SDK. Ad esempio, le GPU AMD Radeon Pro o FirePro.

Perché la codifica funzioni correttamente, installare i driver AMD più recenti. È possibile scaricare questi driver da https://www.amd.com/en/support.

Il testo senza perdita di dati non è compatibile con la codifica hardware AMD. Se il testo senza perdita di dati è abilitato, ha la priorità sulla codifica hardware AMD.

L’uso selettivo del codec hardware H.264 per zone in continua evoluzione è supportato.