Citrix Virtual Apps and Desktops

Impostazioni dei criteri delle connessioni multi-flusso

La sezione Multi-Stream connections (Connessioni multi-flusso) contiene le impostazioni dei criteri per la gestione delle priorità della qualità del servizio per più connessioni ICA in una sessione.

Nota:

Il rilevamento MTU non è supportato se il criterio per le connessioni multi-flusso è abilitato.

Audio over UDP (Audio su UDP)

Questa impostazione consente o impedisce l’audio su UDP sul server.

Per impostazione predefinita, l’audio su UDP è consentito sul server.

Se abilitata, questa impostazione apre una porta UDP sul server per supportare tutte le connessioni configurate per l’utilizzo del trasporto in tempo reale dell’audio su UDP.

Audio UDP port range (Intervallo di porte UDP audio)

Questa impostazione specifica l’intervallo di numeri di porta (numero di porta più basso, numero di porta più alto) utilizzato da Virtual Delivery Agent (VDA) per scambiare i dati dei pacchetti audio con il dispositivo utente. Il VDA tenta di utilizzare ogni coppia di porte UDP per scambiare dati con il dispositivo utente, iniziando dal più basso e incrementando di due per ogni tentativo successivo. Ogni porta gestisce sia il traffico in entrata che in uscita.

Per impostazione predefinita, questo intervallo è impostato su 16500,16509.

Multi-Port policy (Criterio multi-porta)

Questa impostazione specifica le porte TCP da utilizzare per il traffico ICA e stabilisce la priorità di rete per ciascuna porta.

Per impostazione predefinita, la porta primaria (2598) ha una priorità alta.

Quando si configurano le porte, è possibile assegnare le seguenti priorità:

  • Very High (Molto alta): per attività in tempo reale, come le conferenze con webcam
  • High (Alta): per elementi interattivi, come schermo, tastiera e mouse
  • Medium (Media): per le procedure in blocco, ad esempio la mappatura delle unità client
  • Low (Bassa): per attività in background, come la stampa

Ogni porta deve avere una priorità univoca. Ad esempio, non è possibile assegnare una priorità molto alta sia alla porta CGP 1 che alla porta CGP 3.

Per rimuovere una porta dall’elenco di priorità, impostare il numero di porta su 0. Non è possibile rimuovere la porta primaria e modificarne il livello di priorità.

Quando si configura questa impostazione, riavviare il server. Questa impostazione ha effetto solo quando è abilitata l’impostazione dei criteri Multi-Stream computer (Computer multi-stream).

Impostazione Multi-Stream computer (Computer multi-flusso)

Questa impostazione abilita o disabilita il multi-flusso sul server.

Per impostazione predefinita, il multi-flusso è disabilitato. Configurare l’impostazione dei criteri Multi-Stream computer (Computer multi-flusso) se si utilizzano Citrix SD-WAN o router di terze parti per ottenere la qualità del servizio desiderata.

Se il multi-flusso è abilitato, il rilevamento MTU, una funzionalità del trasporto adattivo, non è supportato.

Quando si configura questa impostazione, riavviare il server per assicurarsi che le modifiche abbiano effetto.

Importante:

l’utilizzo di questa impostazione dei criteri con impostazioni dei criteri relative al limite della larghezza di banda, ad esempio Overall session bandwidth limit (Limite complessivo della larghezza di banda), potrebbe generare risultati imprevisti. Quando si include questa impostazione in un criterio, assicurarsi che le impostazioni del limite di larghezza di banda non siano incluse.

Impostazione Multi-Stream user (Utente multi-flusso)

Questa impostazione abilita o disabilita il multi-flusso sul dispositivo utente.

Per impostazione predefinita, il multi-flusso è disabilitato per tutti gli utenti. Configurare l’impostazione Multi-Stream user (Utente multi-flusso) se si utilizzano Citrix SD-WAN o router di terze parti per ottenere la qualità del servizio desiderata.

Questa impostazione ha effetto solo sugli host in cui è abilitata l’impostazione dei criteri Multi-Stream computer (Computer multi-flusso).

Importante:

l’utilizzo di questa impostazione dei criteri con impostazioni dei criteri relative al limite della larghezza di banda, ad esempio Overall session bandwidth limit (Limite complessivo della larghezza di banda), potrebbe generare risultati imprevisti. Quando si include questa impostazione in un criterio, assicurarsi che le impostazioni del limite di larghezza di banda non siano incluse.

Impostazioni Multi-Stream virtual channel assignment (Assegnazione del canale virtuale multi-flusso)

Questa impostazione specifica il flusso ICA a cui vengono assegnati i canali virtuali quando viene utilizzato il multi-flusso.

Se non si configurano queste impostazioni, i canali virtuali vengono mantenuti nel loro flusso predefinito. Per assegnare un canale virtuale a un flusso ICA, selezionare il numero di flusso desiderato (0, 1, 2, 3) dall’elenco Stream number (Numero flusso) accanto al nome del canale virtuale.

Se nell’ambiente è presente un canale virtuale personalizzato, fare clic su Add (Aggiungi), specificare il nome del canale virtuale nella casella di testo in Virtual Channels (Canali virtuali) e selezionare il numero di flusso desiderato dall’elenco Stream Number (Numero flusso) a fianco. Il nome specificato deve essere il nome effettivo del canale virtuale e non un nome descrittivo. Ad esempio, CTXSBR invece di Citrix Browser Acceleration.

Queste impostazioni hanno effetto solo quando è stata abilitata l’impostazione Multi-Stream computer (Computer multi-flusso).

Per impostazione predefinita, i canali virtuali e le relative assegnazioni di flusso sono:

  • AppFlow: 2
  • Audio: 0
  • Reindirizzamento del contenuto del browser: 2
  • Mappatura porta COM client: 3
  • Mappatura unità client: 2
  • Mappatura stampante client: 3
  • Appunti: 2
  • CTXDND: 1 (Nota: questo supporta il trascinamento e il rilascio di file tra una sessione Citrix e un endpoint locale, consultare Novità di Citrix Virtual Apps and Desktops 7 2012
  • Plug-in DVC (nome VC statico generato automaticamente dal nome descrittivo del plug-in DVC o assegnato dall’amministratore): 2
  • Monitoraggio dell’esperienza utente finale: 1
  • Trasferimento file (ricevitore HTML5): 2
  • Trasferimento dati generico: 2
  • Controllo ICA: 1
  • Editor dei metodi di input: 1
  • Mappatura stampante client legacy (COM1): 1, 3
  • Mappatura stampante client legacy (COM2): 2, 3
  • Mappatura stampante client legacy (LPT1): 1, 3
  • Mappatura stampante client legacy (LPT2): 2, 3
  • Gestione delle licenze: 1
  • Reindirizzamento di Microsoft Teams/WebRTC: 1
  • Ricevitore mobile: 1
  • MultiTouch: 1
  • Inoltro porta: 2
  • Estensioni audio e video remote (RAVE): 2
  • Senza soluzione di continuità (integrazione con finestra trasparente): 1
  • Sensore e posizione: 1
  • Smart Card: 1
  • Scheda grafica Thinwire: 1
  • Integrazione interfaccia utente trasparente/stato di accesso: 2
  • Reindirizzamento TWAIN: 2
  • USB: 2
  • Carattere e tastiera a latenza zero: 2
  • Canale dati a latenza zero: 2

Per ulteriori informazioni sulle assegnazioni e sulle priorità dei canali virtuali, consultare l’articolo del Knowledge Center CTX131001.