Citrix Virtual Apps and Desktops

Impostazioni avanzate dei criteri

Number of retries when accessing locked files (Numero di tentativi durante l’accesso ai file bloccati)

Imposta il numero di tentativi durante l’accesso ai file bloccati.

Se questo criterio è disabilitato, viene utilizzato il valore predefinito di cinque tentativi. Se questo criterio non è configurato qui, viene utilizzato il valore del file .ini. Se questo criterio non è configurato qui o nel file .ini, viene utilizzato il valore predefinito.

Alcune distribuzioni lasciano cookie Internet aggiuntivi a cui il file Index.dat non fa riferimento. I cookie extra lasciati nel file system dopo la navigazione prolungata possono portare a un sovraccarico del profilo. Abilitare questo criterio per forzare l’elaborazione di Index.dat e rimuovere i cookie aggiuntivi. Il criterio aumenta i tempi di disconnessione, quindi abilitarlo solo se si verifica questo problema.

Se questo criterio non è configurato qui, viene utilizzato il valore del file .ini. Se questo criterio non è configurato qui o nel file .ini, non viene eseguita alcuna elaborazione di Index.dat.

Disable automatic configuration (Disabilita configurazione automatica)

Profile Management esamina qualsiasi ambiente Citrix Virtual Desktops, ad esempio la presenza di Personal vDisk, e configura i Criteri di gruppo di conseguenza. Vengono modificati solo i criteri di Profile Management nello stato Not Configured (Non configurato), in modo che le personalizzazioni eseguite vengano mantenute. Questa funzionalità velocizza la distribuzione e semplifica l’ottimizzazione. Non è necessaria alcuna configurazione della funzionalità, ma è possibile disabilitare la configurazione automatica durante l’aggiornamento (per mantenere le impostazioni delle versioni precedenti) o durante la risoluzione dei problemi. La configurazione automatica non funziona in Citrix Virtual Apps o in altri ambienti.

È possibile considerare la configurazione automatica come un controllo della configurazione dinamico che configura automaticamente le impostazioni predefinite dei criteri in base agli ambienti al runtime. Elimina la necessità di configurare manualmente le impostazioni. Gli ambienti di runtime includono:

  • Sistema operativo Windows
  • Versioni del sistema operativo Windows
  • Presenza di Citrix Virtual Desktops
  • Presenza di Personal vDisk

La configurazione automatica potrebbe modificare i criteri seguenti se l’ambiente cambia:

  • Active write back (Scrittura attiva)
  • Always cache (Memorizza sempre nella cache)
  • Delete locally cached profiles on logoff (Elimina i profili memorizzati nella cache locale allo scollegamento)
  • Delay before deleting cached profiles (Attendi prima di eliminare i profili memorizzati nella cache)
  • Profile streaming (Streaming del profilo)

Vedere la tabella seguente per lo stato predefinito dei criteri sui diversi sistemi operativi:

  Sistema operativo multisessione Sistema operativo a sessione singola
Active write back (Scrittura attiva) Abilitato Disabilitato se si utilizza Personal vDisk, altrimenti è abilitato.
Always cache (Memorizza sempre nella cache) Disabilitato Disabilitato se si utilizza Personal vDisk, altrimenti è abilitato.
Delete locally cached profiles on logoff (Elimina i profili memorizzati nella cache locale allo scollegamento) Abilitato Disabilitato se si utilizza Personal vDisk o se Citrix Virtual Desktops è assegnato o se Citrix Virtual Desktops non è installato, altrimenti è abilitato.
Delay before deleting cached profiles (Attendi prima di eliminare i profili memorizzati nella cache) 0 secondi 60 secondi se le modifiche dell’utente non sono persistenti, altrimenti 0 secondi.
Profile streaming (Streaming del profilo) Abilitato Disabilitato se si utilizza Personal vDisk, altrimenti è abilitato.

Tuttavia, con la configurazione automatica disabilitata, tutti i criteri di cui sopra sono impostati su Disabled (Disabilitato).

Importante:

Personal vDisk è stato deprecato. Per ulteriori informazioni, vedere Rimuovere PvD, AppDisk e host non supportati.

A partire da Profile Management 1909, è possibile ottenere un’esperienza migliorata con il menu Start di Windows 10 (versione 1607 e successive) e Windows Server 2016 e versioni successive. Questo miglioramento si ottiene attraverso la configurazione automatica dei seguenti criteri:

  • Aggiungere “Appdata\Local\Microsoft\Windows\Caches” e “Appdata\Local\Packages” a “Folders to Mirror” (Cartelle di cui eseguire il mirroring)
  • Aggiungere “Appdata\Local\Microsoft\Windows\UsrClass.Dat*” a “Files to synchronize” (File da sincronizzare)

Se questa impostazione non è configurata qui, viene utilizzato il valore del file .ini.

Se questa impostazione non è configurata qui o nel file .ini, viene attivata la configurazione automatica, quindi le impostazioni di Profile Management potrebbero cambiare in caso di modifiche dell’ambiente.

Log off user if a problem is encountered (Disconnetti l’utente se si verifica un problema)

Se questo criterio è disabilitato o non configurato, gli utenti ricevono un profilo temporaneo se si verifica un problema (ad esempio, l’archivio utenti non è disponibile). Se è abilitato, viene visualizzato un messaggio di errore e gli utenti vengono disconnessi. Questa configurazione può semplificare la risoluzione del problema.

Se questa impostazione non è configurata qui, viene utilizzato il valore del file .ini.

Se questa impostazione non è configurata qui o nel file .ini, viene fornito un profilo temporaneo.

Programma di miglioramento dell’esperienza cliente

Per impostazione predefinita, il Programma di miglioramento dell’esperienza cliente consente di migliorare la qualità e le prestazioni dei prodotti Citrix inviando statistiche anonime e informazioni sull’utilizzo.

Se questa impostazione non è configurata qui, viene utilizzato il valore del file .ini.

Enable search index roaming for Outlook (Abilita il roaming dell’indice di ricerca per Outlook)

Consentire l’esperienza di ricerca di Outlook basata sull’utente tramite il roaming automatico dei dati di ricerca di Outlook insieme al profilo utente. Ciò richiede spazio aggiuntivo nell’archivio utente per memorizzare l’indice di ricerca per Outlook.

Perché questo criterio abbia effetto, è necessario disconnettersi e quindi eseguire nuovamente l’accesso.

Outlook search index database – backup and restore (Database degli indici di ricerca di Outlook: backup e ripristino)

Questa impostazione consente di configurare il comportamento di Profile Management durante l’accesso quando l’opzione Enable search index roaming for Outlook (Abilita il roaming dell’indice di ricerca per Outlook) è abilitata.

Se questa impostazione è abilitata, Profile Management salva un backup del database dell’indice di ricerca ogni volta che il database viene caricato correttamente all’accesso. Profile Management considera il backup come copia valida del database dell’indice di ricerca. Quando un tentativo di caricare il database dell’indice di ricerca ha esito negativo perché il database risulta danneggiato, Profile Management ripristina automaticamente il database dell’indice di ricerca all’ultima copia valida nota.

Nota:

Profile Management elimina il backup salvato in precedenza dopo che un nuovo backup è stato salvato correttamente. Il backup consuma lo spazio di archiviazione disponibile dei file VHDX.

Enable multi-session write-back for profile containers (Abilita il write-back multisessione per i contenitori dei profili)

Abilita il write-back per i contenitori dei profili in scenari multisessione. Se è abilitata, viene eseguito il write-back delle modifiche in tutte le sessioni nei contenitori dei profili. In caso contrario, vengono salvate solo le modifiche nella prima sessione, perché solo la prima sessione è in modalità di lettura/scrittura nei contenitori dei profili. I contenitori dei profili di Citrix Profile Management sono supportati a partire da Citrix Profile Management 2103. FSLogix Profile Container è supportato a partire da Citrix Profile Management 2003.

Per utilizzare questo criterio per FSLogix Profile Container, assicurarsi che siano soddisfatti i seguenti prerequisiti:

  • La funzionalità FSLogix Profile Container è installata e abilitata.
  • Il tipo di profilo è impostato su Try for read-write profile and fallback to read-only (Prova con profilo lettura-scrittura e sola lettura come fallback) in FSLogix.

Replicate user stores (Replica gli archivi utente)

Consente di replicare un archivio utente su più percorsi a ogni accesso e disconnessione, oltre al percorso specificato dal criterio Path to user store (Percorso dell’archivio utente). Per sincronizzarsi con i file e le cartelle dell’archivio utente modificati durante una sessione, abilitare la scrittura attiva. Al momento questa funzionalità non supporta soluzioni complete per container. L’abilitazione del criterio può aumentare l’I/O del sistema e prolungare le disconnessioni.

Enable credential-based access to user stores (Abilita l’accesso agli archivi utente basato sulle credenziali)

Per impostazione predefinita, Citrix Profile Management rappresenta l’utente corrente per accedere agli archivi utente. Pertanto, è necessario che l’utente corrente disponga dell’autorizzazione per accedere direttamente agli archivi utente. Abilitare questa funzione se non si desidera che Profile Management rappresenti l’utente corrente quando si accede agli archivi utente. È possibile inserire gli archivi utente nei repository di archiviazione (ad esempio, File di Azure) a cui l’utente corrente non dispone dell’autorizzazione per accedere.

Per garantire che Profile Management possa accedere agli archivi utente, salvare le credenziali del server di archiviazione profili in Workspace Environment Management (WEM) o in Gestione credenziali di Windows. Si consiglia di utilizzare Workspace Environment Management per eliminare la necessità di configurare le stesse credenziali per ogni macchina in cui viene eseguito Profile Management. Se si utilizza Gestione credenziali di Windows, utilizzare l’account di sistema locale per salvare in modo sicuro le credenziali.

Nota:

Per garantire che le autorizzazioni NTFS vengano mantenute, è necessario inserire l’intero profilo in un contenitore di profili.

Se questa impostazione non è configurata qui, viene utilizzato il valore del file .ini. Se questa impostazione non è configurata qui o nel file .ini, è disabilitata per impostazione predefinita.