Citrix Virtual Apps and Desktops

Funzionalità HDX gestite tramite il Registro di sistema

Nota:

La modifica non corretta del Registro di sistema può causare seri problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Citrix non può garantire che i problemi derivanti dall’uso non corretto dell’Editor del Registro di sistema possano essere risolti. Utilizzare l’Editor del Registro di sistema a proprio rischio. Assicurarsi di eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo.

Per aprire l’Editor del Registro di sistema, eseguire regedit.exe sul server. Quindi passare alla chiave del Registro di sistema per aggiungere o modificare le impostazioni.

Dispositivi

Tastiere Bloomberg

Citrix Virtual Apps and Desktops supporta la tastiera Starboard Bloomberg modello 4 e modello 3. Per impostazione predefinita, il supporto per la tastiera Bloomberg migliorata è disabilitato.

Per abilitare il supporto per la tastiera Bloomberg, impostare il seguente valore del Registro di sistema sulla macchina client prima di avviare una connessione:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\ICAClient\GenericUSB
  • Nome valore: EnableBloombergHID
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 0 = disabilita, 1 = abilita

Per ulteriori informazioni, vedere Tastiera Bloomberg.

Unità client mappate

Come precauzione di sicurezza, quando un utente accede a Citrix Virtual Apps and Desktops, per impostazione predefinita, il server esegue il mapping delle unità client senza l’autorizzazione di esecuzione dell’utente. Per consentire agli utenti di eseguire i file eseguibili che risiedono sulle unità client mappate, ignorare questa impostazione predefinita modificando il Registro di sistema sul server.

Per consentire l’accesso, modificare il seguente valore del Registro di sistema (creare CDMSettings se non esiste):

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Citrix\CDMSettings
  • Nome del valore: ExecuteFromMappedDrive
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1 = consenti autorizzazione, 0 = nega autorizzazione sulle unità mappate

Questa modifica ha effetto per le sessioni connesse dopo averla apportata nel Registro di sistema.

Per ulteriori informazioni, vedere Unità client mappate.

Penne Microsoft Surface Pro e Surface Book

Citrix Virtual Apps and Desktops supporta la funzionalità penna standard con applicazioni basate su Windows Ink. Per impostazione predefinita, questa funzionalità è abilitata.

Per disabilitare o abilitare questa funzionalità, impostare la seguente chiave del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\Citrix Virtual Desktop Agent\PenApi
  • Nome del valore: DisablePen
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1 = disabilita, 0 = abilita

Per ulteriori informazioni, vedere Penne Microsoft Surface Pro e Surface Book.

Windows Image Acquisition application allow list (Elenco di elementi consentiti dell’applicazione Acquisizione di immagini di Windows)

Questa impostazione consente di controllare quali applicazioni sul VDA possono accedere al reindirizzamento dello scanner di Acquisizione di immagini di Windows.

Per impostazione predefinita, nessuna applicazione ha accesso ad Acquisizione di immagini di Windows.

Per regolare Acquisizione di immagini di Windows per le applicazioni sul VDA, creare la seguente impostazione del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix
  • Nome del valore: WIAAllowedProcesses

    Selezionare e fare clic con il pulsante destro del mouse su WIAAllowedProcesses. Scegliere New > Multi-String Value (Nuovo > Valore multistringa) e rinominare il nuovo valore in AllowProcesses.

  • Dati del valore: immettere il percorso completo e il nome del processo per ogni applicazione che può accedere ad Acquisizione di immagini di Windows. Indicare ogni applicazione su una nuova riga.

Eventuali modifiche a questa impostazione hanno effetto al successivo avvio di una sessione sul VDA.

Aspetti generali

Configurare l’accesso automatico al VDA

Questa impostazione consente di abilitare o disabilitare l’impostazione dei criteri Microsoft Richiedi sempre password sui VDA con sistema operativo Windows 10 a sessione singola e con sistema operativo multisessione.

Se l’opzione Richiedi sempre password è abilitata, gli utenti devono immettere le credenziali sul VDA all’avvio di una sessione remota. Se questa impostazione è disabilitata, gli utenti si connettono automaticamente alla sessione remota senza fornire credenziali sul VDA.

Per impostazione predefinita, l’impostazione dei criteri Microsoft è disabilitata. Per abilitare o disabilitare l’impostazione Richiedi sempre password, impostare il seguente valore del Registro di sistema sul VDA:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\Portica
  • Nome del valore: AutoLogon
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore:
    • 1: disabilita l’impostazione dei criteri Microsoft e consente agli utenti di accedere automaticamente a una sessione remota.
    • 0: abilita l’impostazione dei criteri Microsoft e richiede agli utenti di fornire le credenziali all’avvio di una sessione remota.

Disable timeout warning (Disabilita avviso di timeout)

Per impostazione predefinita, gli utenti con sessioni inattive o in pausa ricevono un messaggio di avviso due minuti prima della disconnessione automatica della sessione.

Questa impostazione disabilita e rimuove il messaggio di avviso per gli utenti che raggiungono il limite di timeout della sessione inattiva su un sistema operativo Windows 2004 o successivo multisessione. Per rimuovere l’avviso, impostare il seguente valore del Registro di sistema sul VDA:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Terminal Server\Winstations\ICA-CGP
  • Nome del valore: fEnableTimeoutWarning
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1 = disabilita il messaggio di avviso, 0 = abilita il messaggio di avviso

Per visualizzare il messaggio di avviso, eliminare il valore del Registro di sistema o impostarlo su 0.

EDT MTU Discovery (Rilevamento MTU EDT)

MTU Discovery (Rilevamento MTU) consente a EDT di determinare automaticamente l’unità di trasmissione massima (MTU) quando si stabilisce una sessione. In questo modo si evita la frammentazione dei pacchetti EDT che potrebbe comportare un deterioramento delle prestazioni o l’impossibilità di stabilire una sessione.

Questa impostazione è abilitata per impostazione predefinita. Per disabilitare EDT MTU Discovery, eliminare il seguente valore del Registro di sistema e riavviare il VDA.

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Terminal Server\Wds\icawd
  • Nome valore: MtuDiscovery
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 00000001

Questa impostazione è a livello di macchina e influisce su tutte le sessioni che si connettono da un client supportato.

Reindirizzamento generale del contenuto

Aggiungere tipi di URL per il reindirizzamento da host a client

Per impostazione predefinita, supportiamo il reindirizzamento dei seguenti tipi di URL: HTTP, HTTPS, RTSP, RTSPU, PNM e MMS. È possibile aggiungere tipi di URL all’elenco creando la chiave del Registro di sistema e i valori seguenti sul client Windows.

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Policies\Citrix\ICA Client\SFTA
  • Nome del valore: ExtraURLProtocols
  • Tipo di valore: REG_SZ
  • Dati valore: specificare i tipi di URL richiesti separati da punto e virgola. Includere tutto prima della parte dell’URL relativa all’autorità. Ad esempio: ftp://;mailto:;customtype1://;custometype2://

È possibile aggiungere tipi di URL solo per i client Windows. I client che non hanno questa impostazione del Registro di sistema rifiutano il reindirizzamento alla sessione Citrix. Il client deve avere un’applicazione installata e configurata per gestire i tipi di URL specificati.

Per ulteriori informazioni, vedere Host to client redirection (Reindirizzamento da host a client).

Reindirizzamento delle cartelle client

Il reindirizzamento delle cartelle client modifica il modo in cui i file lato client sono accessibili nella sessione lato host. Se si abilita il reindirizzamento delle cartelle client sul server e l’utente lo configura sul dispositivo utente, la parte del volume locale specificata dall’utente viene reindirizzata.

Per abilitare il reindirizzamento delle cartelle client sul server, impostare il seguente valore del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\Client Folder Redirection
  • Nome del valore: CFROnlyModeAvailable
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1

Per ulteriori informazioni, vedere Reindirizzamento delle cartelle client.

Reindirizzamento da host a client per un gruppo specifico di siti Web

Per abilitare il reindirizzamento da host a client per un gruppo specifico di siti Web, impostare il seguente valore del Registro di sistema sul VDA del server.

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\SFTA
  • Nome del valore: ValidSites
  • Tipo di valore: REG_MULTI_SZ
  • Dati del valore: specificare qualsiasi combinazione di nomi di dominio completi (FQDN). Digitare più FQDN su righe separate. Includere solo il nome di dominio completo, senza protocolli (http:// o https://). Un nome di dominio completo può includere un asterisco (*) come carattere jolly solo nella posizione più a sinistra. Questo carattere jolly corrisponde a un singolo livello di dominio, che è coerente con le regole in RFC 6125. Ad esempio:

www.example.com

*.example.com

Per ulteriori informazioni, vedere Host to client redirection (Reindirizzamento da host a client).

Comportamento dell’applicazione locale allo scollegamento e alla disconnessione

Per impostazione predefinita, le applicazioni locali continuano a funzionare quando un utente si scollega o si disconnette dal desktop virtuale. Dopo la riconnessione, le applicazioni locali vengono reintegrate se sono disponibili sul desktop virtuale. Per configurare il comportamento delle applicazioni locali in caso di scollegamento e disconnessione, impostare il seguente valore del Registro di sistema nel desktop ospitato:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\wow6432node\Citrix\Client Hosted Apps\Policies
  • Nome del valore: Session State (Stato sessione)
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore:
    • 1: le applicazioni locali continuano a funzionare quando un utente si scollega o si disconnette dal desktop virtuale. Al momento della riconnessione, le applicazioni locali vengono reintegrate se sono disponibili nel desktop virtuale.
    • 3: le applicazioni locali si chiudono quando un utente si scollega o si disconnette dal desktop virtuale.

Per ulteriori informazioni, vedere Accesso alle app locali e reindirizzamento URL.

Rimuovere i tipi di URL dall’elenco predefinito per il reindirizzamento da host a client

Per rimuovere i tipi di URL dall’elenco di reindirizzamento predefinito, creare la chiave del Registro di sistema e i valori seguenti sul server VDA.

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\SFTA

  • Nome valore: DisableServerFTA
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1

  • Nome valore: NoRedirectClasses
  • Tipo di valore: REG_MULTI_SZ
  • Dati del valore: specificare qualsiasi combinazione di valori: http,https, rtsp, rtspu, pnm o mms. Digitare più valori su righe separate. Ad esempio:

http

https

rtsp

Per ulteriori informazioni, vedere Host to client redirection (Reindirizzamento da host a client).

Configurazione predefinita del browser del server VDA

È possibile abilitare il reindirizzamento da host a client per sostituire qualsiasi configurazione predefinita del browser sul server VDA. Se un URL Web non viene reindirizzato, Citrix Launcher trasferisce l’URL al browser configurato nella chiave del Registro di sistema command_backup. La chiave punta a Internet Explorer per impostazione predefinita, ma è possibile modificarla per includere il percorso a un browser diverso.

  • Internet Explorer (impostazione predefinita)

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\http\shell\open\command_backup
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "c:\program files\internet explorer\iexplore.exe" %1

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\https\shell\open\command_backup`
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "c:\program files\internet explorer\iexplore.exe" %1
  • Google Chrome

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\http\shell\open\command_backup
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "C:\Program Files (x86)\Google\Chrome\Application\chrome.exe" %1

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\https\shell\open\command_backup
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "C:\Program Files (x86)\Google\Chrome\Application\chrome.exe" %1
  • Microsoft Edge

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\http\shell\open\command_backup
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "C:\Program Files (x86)\Microsoft\Edge\Application\msedge.exe" %1

    • Chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\https\shell\open\command_backup
    • Nome valore: predefinito
    • Tipo di valore: REG_SZ
    • Dati del valore: "C:\Program Files (x86)\Microsoft\Edge\Application\msedge.exe" %1

Accesso alle app locali per le applicazioni pubblicate

L’accesso alle app locali integra perfettamente le applicazioni Windows installate localmente in un ambiente desktop ospitato senza passare da un desktop all’altro. Per fornire l’accesso alle applicazioni pubblicate, impostare il seguente valore del Registro di sistema sul server:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\DesktopStudio
  • Nome del valore: ClientHostedAppsEnabled
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1 = abilita, 0 = disabilita

Per ulteriori informazioni, vedere Accesso alle app locali e reindirizzamento URL.

Grafica

Accelerazione GPU per applicazioni CUDA o OpenCL

L’accelerazione GPU delle applicazioni CUDA e OpenCL in esecuzione in una sessione utente è disabilitata per impostazione predefinita.

Per utilizzare le funzionalità POC dell’accelerazione CUDA, abilitare la seguente impostazione del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\CtxHook\AppInit_Dlls\Graphics Helper
  • Nome del valore: CUDA
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 00000001

Per utilizzare le funzionalità POC di accelerazione OpenCL, abilitare la seguente impostazione del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\CtxHook\AppInit_Dlls\Graphics Helper
  • Nome del valore: OpenCL
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 00000001

Per ulteriori informazioni, vedere Accelerazione GPU per il sistema operativo multisessione Windows

Progressive mode (Modalità progressiva)

La modalità progressiva è disabilitata per impostazione predefinita. È possibile modificare lo stato della modalità progressiva con il seguente valore del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\Graphics
  • Tipo di valore: REG_DWORD
  • Nome del valore: ProgressiveDisplay
  • Dati del valore:
    • 0 = sempre disabilitato (disabilita la modalità progressiva; questo è il valore predefinito)
    • 1 = automatico (abilitato/disabilitato in base alle condizioni della rete)
    • 2 = sempre abilitato

Per ulteriori informazioni, vedere Progressive mode (Modalità progressiva).

Rendering Windows Presentation Foundation (WPF)

HDX 3D Pro consente di eseguire il rendering di applicazioni ad utilizzo intensivo di grafica in esecuzione in sessioni di sistema operativo multisessione Windows sulla GPU (unità di elaborazione grafica) del server. Spostando il rendering WPF (Windows Presentation Foundation) sulla GPU del server, il rendering grafico non rallenta la CPU del server.

Per abilitare il rendering delle applicazioni WPF utilizzando la GPU del server, creare la seguente impostazione nel Registro di sistema del server che esegue un sistema operativo Windows multisessione:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432\Citrix\CtxHook\AppInit_Dlls\Multiple Monitor Hook
  • Nome del valore: EnableWPFHook
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 00000001

Per ulteriori informazioni, vedere Accelerazione GPU per il sistema operativo multisessione Windows.

Contenuti multimediali

Evitare l’eco durante le conferenze multimediali

Citrix Virtual Apps and Desktops offre un’opzione di cancellazione dell’eco che riduce al minimo qualsiasi eco. Questa funzionalità è abilitata per impostazione predefinita. Per disabilitare la cancellazione dell’eco, è possibile modificare una delle seguenti impostazioni del Registro di sistema:

  • Chiave:
    • 32 bit: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\ICA Client\Engine\Configuration\Advanced\Modules\ClientAudio
    • 64 bit: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Citrix\ICA Client\Engine\Configuration\Advanced\Modules\ClientAudio
  • Nome del valore: EchoCancellation
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: False

Per ulteriori informazioni, vedere Funzionalità audio.

Limitazione audio

Dopo aver installato un dispositivo audio sul client, abilitare il reindirizzamento audio e avviare una sessione RDS, i file audio potrebbero non riprodurre l’audio. Come soluzione alternativa, aggiungere la seguente chiave del Registro di sistema sul computer RDS, quindi riavviare la macchina:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\SCMConfig
  • Nome del valore: EnableSvchostMitigationPolicy
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 0

Per ulteriori informazioni, vedere Funzionalità audio.

Reindirizzamento del contenuto del browser e DPI

Quando si utilizza il reindirizzamento del contenuto del browser con DPI (ridimensionamento) impostato su un valore superiore a 100% sulla macchina dell’utente, la schermata del contenuto del browser reindirizzato viene visualizzata in modo errato. Per evitare il problema, disabilitare l’accelerazione della GPU per il reindirizzamento del contenuto del browser per Chrome creando il seguente valore del Registro di sistema sulla macchina dell’utente:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Citrix\HdxMediaStream
  • Nome del valore: GPU
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 0

Per ulteriori informazioni, vedere Reindirizzamento del contenuto del browser e DPI.

Streaming della webcam ad alta definizione

L’applicazione di videoconferenza sul server seleziona il formato e la risoluzione della webcam in base ai tipi di formato supportati. Citrix Virtual Apps and Desktops supporta risoluzioni della webcam fino a 1920x1080. Per disabilitare e abilitare lo streaming della webcam ad alta definizione, aggiungere il seguente valore del Registro di sistema:

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\HDXRealTime
  • Nome del valore: Enable_HighDefWebcam
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore:
    • 0 = disabilita lo streaming della webcam ad alta definizione
    • 1 = abilita lo streaming della webcam ad alta definizione

Risoluzione della webcam ad alta definizione

Se la negoziazione del tipo di contenuti multimediali non riesce, HDX torna alla risoluzione predefinita di 352x288 CIF. È possibile utilizzare le chiavi del Registro di sistema nel client per configurare la risoluzione predefinita. Prima di impostare le seguenti chiavi del Registro di sistema, assicurarsi che la fotocamera supporti la risoluzione specificata.

  • Chiave: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Citrix\HDXRealTime
  • Larghezza
    • Nome del valore: DefaultWidth
    • Tipo di valore: DWORD
    • Dati del valore: larghezza desiderata espressa in numeri decimali (ad esempio 1280)
  • Altezza
    • Nome del valore: DefaultHeight
    • Tipo di valore: DWORD
    • Dati del valore: altezza desiderata espressa in numeri decimali (ad esempio 720)

Larghezza di banda della webcam ad alta definizione

La compressione video della webcam HDX utilizza una larghezza di banda significativamente inferiore rispetto al reindirizzamento USB generico plug-n-play e funziona bene sulle connessioni WAN. Per regolare la larghezza di banda, impostare il seguente valore del Registro di sistema sul client:

  • Chiave: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Citrix\HDXRealTime
  • Nome del valore: TargetBitrate
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 350.000

Immettere un valore in bit al secondo. Se non si specifica la larghezza di banda, le applicazioni di videoconferenza utilizzano 350.000 bps per impostazione predefinita.

Per ulteriori informazioni, vedere Compressione video della webcam HDX.

Modalità di fallback di Microsoft Teams

Se Microsoft Teams non riesce a caricarsi in modalità VDI ottimizzata (“Citrix HDX Not Connected” [Citrix HDX non connesso] in Teams/Informazioni/Versione), il VDA torna a utilizzare le tecnologie HDX legacy come il reindirizzamento della webcam e il reindirizzamento del microfono e dell’audio del client. Se si utilizza una versione dell’app Workspace/un sistema operativo della piattaforma che non supporta l’ottimizzazione di Microsoft Teams, le chiavi del Registro di sistema di fallback non si applicano.

Per controllare il meccanismo di fallback, impostare uno dei seguenti valori del Registro di sistema sul VDA:

  • Chiave (solo una necessaria):
    • Impostazione del computer: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Teams
    • Impostazione utente: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Office\Teams
  • Nome del valore: DisableFallback
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1 = disabilita la modalità di fallback, 2 = abilita solo l’audio

Se il valore non è presente o è impostato su 0, la modalità di fallback è abilitata. Questa funzionalità richiede Microsoft Teams versione 1.3.0.13565 o successiva. Per ulteriori informazioni, vedere Ottimizzazione per Microsoft Teams.

Ottimizzazione per Microsoft Teams con Citrix App Layering

Se si utilizza Citrix App Layering per gestire le installazioni VDA e Microsoft Teams in diversi livelli, distribuire questa chiave del Registro di sistema in Windows prima di installare Microsoft Teams con ALLUSER=1.

Creare una chiave vuota del Registro di sistema denominata PortICA e lasciare il nome, il tipo e i dati predefiniti.

  • Chiave per la versione a 32 bit dell’Editor del Registro di sistema: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Citrix\PortICA
  • Chiave per la versione a 64 bit dell’Editor del Registro di sistema: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\PortICA

Per ulteriori informazioni, vedere Ottimizzazione per Microsoft Teams.

Single Sign-on con Autenticazione integrata di Windows per il reindirizzamento del contenuto del browser

Questa impostazione fornisce il Single Sign-on a un server Web configurato con Autenticazione integrata di Windows (IWA) all’interno dello stesso dominio del VDA. Per abilitare il Single Sign-on, impostare il seguente valore del Registro di sistema su 1:

  • Chiave:

    • HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\HdxMediastream

    o

    • HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Citrix\HdxMediastream
  • Nome del valore: WebBrowserRedirectionIwaSupport
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1

Per ulteriori informazioni, vedere Single Sign-on con Autenticazione integrata di Windows.

Intestazione della richiesta utente-agente

L’intestazione utente-agente aiuta a identificare le richieste HTTP inviate dal reindirizzamento del contenuto del browser. Questa impostazione può essere utile quando si configurano regole proxy e firewall. Ad esempio, se il server blocca le richieste inviate dal reindirizzamento del contenuto del browser, è possibile creare una regola che contiene l’intestazione utente-agente per ignorare determinati requisiti. Solo i dispositivi Windows supportano l’intestazione della richiesta utente-agente.

Per impostazione predefinita, la stringa di intestazione della richiesta utente-agente è disabilitata. Per abilitare l’intestazione utente-agente per il contenuto con rendering sul client, utilizzare l’editor del Registro di sistema.

Su ogni app Citrix Workspace per client Windows, configurare una delle seguenti impostazioni del Registro di sistema:

  • Chiave:
    • 32 bit: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\HdxMediaStream
    • 64 bit: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Citrix\HdxMediaStream
  • Nome del valore: EnableCefUserAgentString
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1

Dopo aver aggiunto il valore del Registro di sistema, l’intestazione utente-agente contiene il testo CitrixBCR/2102.1, dove 2102.1 è l’app Citrix Workspace per Windows.

Compressione del software della webcam

Se una webcam supporta la codifica hardware, la compressione video HDX utilizza la codifica hardware per impostazione predefinita. La codifica hardware potrebbe consumare più larghezza di banda rispetto alla codifica software. Per forzare la compressione software, aggiungere il seguente valore sul client:

  • Chiave: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Citrix\HdxRealTime
  • Nome del valore: DeepCompress_ForceSWEncode
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 1

Per ulteriori informazioni, vedere Compressione video della webcam HDX.

Compressione del video della webcam

La compressione del video della webcam HDX invia il video H.264 direttamente all’applicazione di videoconferenza in esecuzione nella sessione virtuale. Per ottimizzare le risorse VDA, la compressione della webcam HDX non codifica, transcodifica e decodifica i video della webcam. Questa funzionalità è abilitata per impostazione predefinita.

Per disabilitare lo streaming video diretto dal server all’app per videoconferenze, impostare il seguente valore del Registro di sistema nel VDA.

  • Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\HdxRealTime
  • Nome del valore: OfferH264ToApp
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 0

Per ulteriori informazioni, vedere Compressione video della webcam HDX.

Frequenza dei fotogrammi di compressione video della webcam

Per regolare la frequenza dei fotogrammi video preferita, modificare il seguente valore del Registro di sistema sul client:

  • Chiave: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Citrix\HDXRealTime
  • Nome del valore: FramesPerSecond
  • Tipo di valore: DWORD
  • Dati del valore: 15

Se la webcam non supporta la frequenza dei fotogrammi specificata, l’applicazione utilizza 15 FPS per impostazione predefinita.

Per ulteriori informazioni, vedere Compressione video della webcam HDX.

Funzionalità HDX gestite tramite il Registro di sistema