Citrix Virtual Apps and Desktops

Delivery Controller

Il Delivery Controller è il componente lato server responsabile della gestione dell’accesso utente, oltre alla mediazione e all’ottimizzazione delle connessioni. I controller forniscono inoltre i servizi di creazione di macchine che creano immagini di desktop e server.

Un sito deve avere almeno un controller. Dopo aver installato il controller iniziale, è possibile aggiungere altri controller al momento della creazione di un sito o in seguito. Si traggono due vantaggi principali dall’avere più di un controller in un sito.

  • Ridondanza: come procedura consigliata, in un sito di produzione, è bene avere sempre almeno due controller su diversi server fisici. Se un controller fallisce, gli altri possono gestire le connessioni e amministrare il sito.
  • Scalabilità: man mano che l’attività del sito cresce, aumenta anche l’utilizzo della CPU da parte dell’attività del controller e del database. Controller aggiuntivi consentono di gestire più utenti e più applicazioni e richieste desktop e possono migliorare la capacità di risposta complessiva.

Ciascun controller comunica direttamente con il database del sito. In un sito con più di una zona, i controller presenti in ogni zona comunicano con il database del sito nella zona principale.

Importante:

Non modificare il nome del computer o l’appartenenza al dominio di un controller dopo la configurazione del sito.

Come si registrano i VDA con i controller

Prima di poter essere utilizzato, un VDA deve registrarsi (stabilire una comunicazione) con un Delivery Controller nel sito. Per informazioni sulla registrazione dei VDA, vedere Registrazione dei VDA con i controller.

Aggiungere, rimuovere o spostare i controller

Per aggiungere, rimuovere o spostare un controller, è necessario disporre delle autorizzazioni del ruolo del server e del ruolo del database elencate nell’articolo Database.

L’installazione di un controller in un nodo in un cluster SQL o un’installazione di mirroring SQL non è supportata.

Quando si aggiunge un Delivery Controller a un sito, assicurarsi di aggiungere credenziali di accesso per quella macchina a qualsiasi SQL Server di replica utilizzato per la disponibilità elevata.

Se la distribuzione utilizza il mirroring del database:

  • Prima di aggiungere, rimuovere o spostare un controller, assicurarsi che entrambi i database principali e mirroring siano in esecuzione. Inoltre, se si utilizzano script con SQL Server Management Studio, abilitare la modalità SQLCMD prima di eseguire gli script.
  • Per verificare il mirroring dopo l’aggiunta, la rimozione o lo spostamento di un controller, eseguire il cmdlet PowerShell Get-configdbconnection. Tale cmdlet assicura che il partner di failover sia stato impostato nella stringa di connessione al mirror.

Dopo aver aggiunto, rimosso o spostato un controller:

  • Se l’aggiornamento automatico è abilitato, i VDA ricevono un elenco aggiornato di controller entro 90 minuti.
  • Se l’aggiornamento automatico non è abilitato, assicurarsi che l’impostazione dei criteri del controller o la chiave del Registro di sistema ListOfDDCs siano aggiornate per tutti i VDA. Dopo aver spostato un controller in un altro sito, aggiornare l’impostazione del criterio o la chiave del Registro di sistema su entrambi i siti.

Aggiungere un controller

È possibile aggiungere controller quando si crea un sito e successivamente. Non è possibile aggiungere controller installati con una versione precedente di questo software a un sito creato con questa versione.

  1. Eseguire il programma di installazione su un server contenente un sistema operativo supportato. Installare il componente Delivery Controller e tutti gli altri componenti principali desiderati. Completare l’installazione guidata.
  2. Se non si è ancora creato un sito, avviare Studio. Viene richiesto di creare un sito. Nella pagina Database della creazione guidata sito fare clic sul pulsante Seleziona e quindi aggiungere l’indirizzo del server in cui è stato installato il controller aggiuntivo.

    Se si prevede di generare script che inizializzano i database, aggiungere i controller prima di generare gli script.

  3. Se è già stato creato un sito, puntare Studio sul server in cui è stato installato il controller aggiuntivo. Fare clic su Scale your deployment (Ridimensiona la distribuzione) e inserisci l’indirizzo del sito.

Rimuovere un controller

La rimozione di un controller da un sito non disinstalla il software Citrix né alcun altro componente. Tale azione rimuove il controller dal database in modo che non possa più essere utilizzato per mediare le connessioni ed eseguire altre attività. Se si rimuove un controller, lo si può riaggiungere in un secondo momento nello stesso sito o in un altro sito. Un sito richiede almeno un controller, quindi non è possibile rimuovere l’ultimo controller elencato in Studio.

Quando si rimuove un controller da un sito, l’accesso del controller al server dei database non viene rimosso. Ciò evita di rimuovere potenzialmente un accesso utilizzato dai servizi di altri prodotti sulla stessa macchina. Se non è più necessario, l’accesso deve essere rimosso manualmente. L’autorizzazione del ruolo del server securityadmin è necessaria per rimuovere l’accesso.

Importante:

Non rimuovere il controller da Active Directory finché non lo si è rimosso dal sito.

  1. Assicurarsi che il controller sia acceso in modo che Studio si carichi in meno di un’ora. Una volta che Studio ha caricato il controller che si desidera rimuovere, spegnere il controller quando viene richiesto di farlo.
  2. Selezionare Configuration (Configurazione) > Controller nel riquadro di navigazione di Studio, quindi selezionare il controller da rimuovere.
  3. Selezionare Remove Controller (Rimuovi controller) nel riquadro Actions. Se non si dispone dei ruoli e delle autorizzazioni corretti per il database, viene offerta la possibilità di generare uno script che consente all’amministratore del database di rimuovere il controller per l’utente.
  4. Potrebbe essere necessario rimuovere l’account macchina del controller dal server dei database. Prima di procedere, verificare che l’account non sia utilizzato da un altro servizio.

Dopo aver utilizzato Studio per rimuovere un controller, il traffico verso quel controller potrebbe rimanere attivo per un breve periodo di tempo per garantire il corretto completamento delle attività correnti. Se si desidera forzare la rimozione di un controller in breve tempo, Citrix consiglia di arrestare il server in cui è stato installato o di rimuovere quel server da Active Directory. Quindi, riavviare gli altri controller del sito per garantire che non ci siano ulteriori comunicazioni con il controller rimosso.

Spostare un controller in un’altra zona

Se il sito contiene più di una zona, è possibile spostare un controller in un’altra zona. Vedere l’articolo Zones (Zone) per informazioni su come questo può influire sulla registrazione dei VDA e su altre operazioni.

  1. Selezionare Configuration > Controllers nel riquadro di navigazione di Studio, quindi selezionare il controller che si desidera spostare.
  2. Selezionare Move (Sposta) nel riquadro Actions.
  3. Specificare la zona in cui si desidera spostare il controller.

Spostare un controller in un altro sito

Non è possibile spostare un controller in un sito creato con una versione precedente di questo software.

  1. Nel sito in cui si trova attualmente il controller (il sito vecchio), selezionare Configuration > Controller nel riquadro di navigazione di Studio. Quindi selezionare il controller da spostare.
  2. Selezionare Remove Controller (Rimuovi controller) nel riquadro Actions. Se non si dispone delle autorizzazioni del database corrette, è possibile generare uno script che consente a qualcuno che disponga di quelle autorizzazioni (ad esempio un amministratore del database) di rimuovere il controller. Un sito richiede almeno un controller, quindi non è possibile rimuovere l’ultimo controller elencato in Studio.
  3. Sul controller che si sta spostando, aprire Studio, reimpostare i servizi quando richiesto, selezionare Join existing site (Unisciti al sito esistente) e inserire l’indirizzo del nuovo sito.

Spostare un VDA in un altro sito

Se è stato eseguito il provisioning di un VDA utilizzando Citrix Provisioning o il VDA è un’immagine esistente, è possibile spostare il VDA in un altro sito (dal sito 1 al sito 2) durante l’aggiornamento o quando si sposta in un sito di produzione un’immagine di VDA creata in un sito di test. I VDA sottoposti a provisioning mediante Machine Creation Services (MCS) non possono essere spostati da un sito all’altro. MCS non supporta la modifica del ListOfDDCs che un VDA controlla per registrarsi con un controller. I VDA sottoposti a provisioning mediante MCS controllano sempre il ListOfDDCs associato al sito in cui sono stati creati.

Esistono due modi per spostare un VDA in un altro sito: utilizzare il programma di installazione o i criteri Citrix.

Programma di installazione

Eseguire il programma di installazione e aggiungere un controller, specificando il nome di dominio completo (voce DNS) di un controller nel sito 2.

Specificare controller nel programma di installazione solo quando non viene utilizzata l’impostazione del criterio dei controller.

Editor dei criteri di gruppo

L’esempio seguente sposta più VDA da un sito a un altro.

  1. Creare un criterio nel sito 1 che contenga le impostazioni seguenti, quindi filtrare il criterio a livello di gruppo di consegna per avviare una migrazione di VDA tra i siti a fasi.

    • Controller: contenenti FQDN (voci DNS) di uno o più controller nel sito 2.
    • Abilita l’aggiornamento automatico dei controller: impostato su Disabilitato.
  2. Ogni VDA del gruppo di consegna viene avvisato del nuovo criterio entro 90 minuti. Il VDA ignora l’elenco dei controller che riceve (poiché l’aggiornamento automatico è disabilitato); seleziona uno dei controller specificati nel criterio, che elenca i controller nel sito 2.
  3. Quando il VDA si registra correttamente con un controller nel sito 2, riceve il ListOfDDCs e le informazioni sui criteri del sito 2, che ha l’aggiornamento automatico abilitato per impostazione predefinita. Il controller con cui è stato registrato il VDA nel sito 1 non è nell’elenco inviato dal Controller del sito 2. Quindi il VDA si registra nuovamente, scegliendo tra i controller inclusi nell’elenco del sito 2. Da quel momento in poi, il VDA viene aggiornato automaticamente con le informazioni del sito 2.
Delivery Controller