Citrix Virtual Apps and Desktops

Citrix Scout

Introduzione

Citrix Scout raccoglie la diagnostica ed esegue controlli di integrità. È possibile utilizzare i risultati per mantenere la distribuzione di Citrix Virtual Apps and Desktops. Citrix offre un’analisi completa e automatizzata delle raccolte di diagnostica tramite Citrix Insight Services. È inoltre possibile utilizzare Scout per risolvere i problemi, in autonomia o con le indicazioni del supporto Citrix.

È possibile caricare i file di raccolta inviandolo a Citrix per l’analisi e la guida da parte Citrix Support. In alternativa, è possibile salvare una raccolta localmente per la revisione personale e in seguito caricare il file di raccolta inviandolo a Citrix per l’analisi.

Scout offre le seguenti procedure:

  • Collect: esegue una raccolta di diagnostica una tantum sui computer selezionati in un sito. È quindi possibile caricare il file inviandolo a Citrix o salvarlo localmente.
  • Trace & Reproduce: avvia un tracciamento manuale sulle macchine selezionate. Quindi l’utente ricrea i problemi su quelle macchine. Dopo aver ricreato il problema, il tracciamento viene arrestato. Scout quindi raccoglie altri dati diagnostici e carica il file inviandolo a Citrix o lo salva localmente.
  • Schedule: pianifica le raccolte di diagnostica per l’esecuzione quotidiana o settimanale a un orario specificato sulle macchine selezionate. Il file viene caricato automaticamente inviandolo a Citrix.
  • Health Check: esegue controlli che valutano lo stato e la disponibilità del sito e dei suoi componenti. È possibile eseguire controlli di integrità per i Delivery Controller, i Virtual Delivery Agent (VDA), i server StoreFront e i server delle licenze Citrix. Se vengono rilevati problemi durante i controlli, Scout fornisce un rapporto dettagliato. Ogni volta che viene avviato, Scout verifica la presenza di script di controllo dello stato aggiornati. Se sono disponibili nuove versioni, Scout le scarica automaticamente, per utilizzarle la prossima volta che verranno eseguiti i controlli dello stato.

Nota:

Le procedure Trace & Reproduce, Schedulee Health Check non sono attualmente disponibili per Linux VDA.

L’interfaccia grafica descritta in questo articolo è il modo principale di usare Scout. In alternativa, è possibile utilizzare PowerShell per configurare le raccolte e i caricamenti diagnostici una tantum o pianificati. Vedere Call Home.

Dove eseguire Scout:

  • In una distribuzione locale, eseguire Scout da un Delivery Controller per acquisire la diagnostica o eseguire controlli su uno o più Virtual Delivery Agent (VDA), Delivery Controller, server StoreFront e server delle licenze. È inoltre possibile eseguire Scout da un VDA per raccogliere la diagnostica locale.
  • In un ambiente Citrix Cloud che utilizza il servizio Citrix Virtual Apps and Desktops, eseguire Scout da un VDA per raccogliere la diagnostica locale.

Il registro per l’applicazione Scout è memorizzato in C:\ProgramData\Citrix\TelemetryService\ScoutUI.log. Questo file può essere utilizzato per la risoluzione dei problemi.

Guardare una dimostrazione di Citrix Scout.

Cosa viene raccolto

La diagnostica raccolta da Scout include i file di registro del tracciamento di Citrix Diagnostic Facility (CDF). È incluso anche un sottoinsieme di tracce CDF denominato Always-on Tracing (AOT). Le informazioni fornite da AOT possono essere utili per la risoluzione di problemi comuni come le registrazioni VDA e l’avvio di applicazioni/desktop. Non vengono raccolte altre informazioni su Event Tracing for Windows (ETW).

La raccolta comprende:

  • Voci di registro create da Citrix Virtual Apps and Desktops in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix.
  • Informazioni su Windows Management Instrumentation (WMI) nello spazio dei nomi Citrix.
  • Processi in esecuzione.
  • Dettagli degli arresti anomali dei processi Citrix archiviati in %PROGRAMDATA%\Citrix\CDF.
  • Informazioni sui criteri Citrix, in formato CSV.
  • Informazioni sull’installazione e l’aggiornamento. La raccolta può includere il registro del metainstaller del prodotto completo, i registri MSI non riusciti, l’output dall’analizzatore di registri MSI, i registri di StoreFront, i registri di verifica della compatibilità delle licenze e i risultati dei test preliminari di aggiornamento del sito.

Informazioni sul tracciamento:

  • Le informazioni di tracciamento vengono compresse man mano che vengono raccolte, mantenendo un ingombro ridotto sulla macchina.
  • Su ogni macchina, il Citrix Telemetry Service conserva le informazioni di tracciamento recenti compresse per un massimo di otto giorni.
  • A partire da Citrix Virtual Apps and Desktops 7 1808, le tracce AOT vengono salvate sul disco locale per impostazione predefinita. Nelle versioni precedenti, le tracce erano conservate in memoria. Percorso predefinito = C:\Users\CitrixTelemetryService\AppData\Local\CitrixAOT.
  • A partire da Citrix Virtual Apps and Desktops 7 1811, le tracce AOT salvate nelle condivisioni di rete vengono raccolte con altre diagnostiche.
  • È possibile modificare la dimensione massima (impostazione predefinita= 10 MB) e la durata della sezione, utilizzando il cmdlet Enable-CitrixTrace o la stringa HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Citrix\Telemetry DefaultListen del Registro di sistema.
  • Le tracce si aggiungono al file fino a quando il file non raggiunge il 10% di MaxSize.

Per un elenco dei datapoint raccolti da Scout, vedere Datapoint chiave di Call Home.

Configurazione di Scout

Scout può essere configurato per funzionare sui VDA Linux. Per ulteriori informazioni sui VDA Linux e la telemetria, vedere Integrare con Citrix Telemetry Service

Il VDA Linux potrebbe modificare automaticamente la porta del socket ctxtelemetry o la porta per il servizio di telemetria. In tal caso, è necessario configurare la porta manualmente.

  1. Passare a C:\Programmi\Citrix\Telemetry Service
  2. Aprire il file di configurazione ScoutUI.exe.
  3. Modificare il valore di LinuxVDATelemetryServicePort o di LinuxVDATelemetryWakeupPort per farlo corrispondere a ciò che è stato configurato sul VDA Linux:
  • <add key="LinuxVDATelemetryServicePort" value="7502"/>
  • <add key="LinuxVDATelemetryWakeupPort" value="7503"/>
  1. Salvare le modifiche e chiudere il file.
  2. Aprire di nuovo Scout per assicurarsi che carichi la configurazione più recente.

Informazioni sui controlli di integrità

I dati del controllo dello stato sono memorizzati nelle cartelle alla voce C:\ProgramData\Citrix\TelemetryService\.

Controlli dello stato del sito

I controlli dello stato del sito sono inclusi in Environment Test Service, che fornisce una valutazione completa dei servizi FlexCast Management Architecture (FMA). Oltre a verificare la disponibilità del servizio, questi controlli cercano altri indicatori di integrità quali le connessioni al database.

I controlli di integrità del sito vengono eseguiti sui Delivery Controllers. A seconda delle dimensioni del sito, il completamento di questi controlli può richiedere tempi variabili fino a un’ora.

Controlli di configurazione del Delivery Controller

Nell’ambito dei controlli di integrità del sito. I controlli di configurazione dei Delivery Controller verificano se esistono i problemi seguenti, in base alle raccomandazioni di Citrix per i siti Virtual Apps and Desktops:

  • Uno o più Delivery Controller sono in stato di errore.
  • C’è un solo Delivery Controller nel sito.
  • I Delivery Controller sono di versioni diverse fra loro.

Oltre a soddisfare le autorizzazioni e i requisiti per i controlli di integrità, i controlli di configurazione dei Delivery Controller richiedono:

  • Almeno un controller acceso.
  • Il servizio broker in esecuzione su un controller.
  • Una connessione funzionante dal controller al database del sito.

Controlli di integrità dei VDA

I controlli di integrità dei VDA identificano le possibili cause di problemi comuni di registrazione, avvio della sessione e reindirizzamento del fuso orario relativamente ai VDA.

Per la registrazione sul VDA, Scout controlla:

  • Installazione del software VDA
  • Appartenenza al dominio macchina VDA
  • Disponibilità delle porte di comunicazione VDA
  • Stato del servizio VDA
  • Configurazione del firewall di Windows
  • Comunicazione con il controller
  • Sincronizzazione temporale con il controller
  • Stato di registrazione del VDA

Per gli avvii delle sessioni su VDA, Scout verifica:

  • Disponibilità della porta di comunicazione di avvio della sessione
  • Stato dei servizi di avvio della sessione
  • Configurazione di Windows firewall all’avvio della sessione
  • Licenze di accesso client di VDA Remote Desktop Services
  • Percorso di avvio dell’applicazione VDA
  • Impostazioni del registro di avvio della sessione

Per quanto riguarda il reindirizzamento del fuso orario sul VDA, Scout controlla:

  • Installazione dell’hotfix di Windows
  • Installazione dell’hotfix di Citrix
  • Impostazioni dei criteri di gruppo Microsoft
  • Impostazioni dei criteri di gruppo Citrix

Per il Profile Management su VDA, Scout controlla:

  • Rilevamento dell’hypervisor
  • Rilevamento del provisioning
  • Citrix Virtual Apps and Desktops
  • Configurazione del vDisk personale
  • Store utenti
  • Rilevamento dello stato del servizio Profile Management
  • Test di hook di Winlogon.exe

Per eseguire controlli sul Profile Management, è necessario installare e abilitare Profile Management sul VDA. Per ulteriori informazioni sui controlli di configurazione Profile Management, vedere l’articolo CTX132805 del Knowledge Center.

Controlli di integrità di StoreFront

I controlli di StoreFront verificano quanto segue:

  • Il servizio Citrix Default Domain è in esecuzione
  • Il servizio Citrix Credential Wallet è in esecuzione
  • Connessione dal server StoreFront alla porta 88 di Active Directory
  • Connessione dal server StoreFront alla porta 389 di Active Directory
  • L’URL di base ha un nome di dominio completo valido
  • È possibile recuperare l’indirizzo IP corretto dall’URL di base
  • Il pool di applicazioni IIS utilizza .NET 4.0
  • Indica se il certificato è associato alla porta SSL per l’URL dell’host
  • Se la catena di certificati è completa
  • Se i certificati sono scaduti
  • Se un certificato scade a breve (entro 30 giorni)

Controlli del License Server

I controlli del License Server verificano quanto segue:

  • Connessione al License Server dal Delivery Controller
  • Stato dell’accesso remoto del firewall del License Server
  • Stato del servizio di Citrix Licensing
  • Stato del periodo di tolleranza del server delle licenze
  • Connessione alle porte del License Server
  • Se il daemon del fornitore Citrix (CITRIX) è in esecuzione
  • Se gli orologi di sistema sono sincronizzati
  • Se il servizio di licenze Citrix è in esecuzione con l’account di servizio locale
  • Presenza del file CITRIX.opt
  • Data di idoneità di Customer Success Services
  • Aggiornamento del server delle licenze Citrix
  • Indica se il certificato del License Server si trova nello store radice dei certificati attendibili del Delivery Controller

Oltre a soddisfare le autorizzazioni e i requisiti per i controlli di integrità, il License Server deve essere unito a un dominio. In caso contrario, il License Server non viene rilevato.

Eseguire i controlli di integrità

La procedura di controllo dell’integrità comprende la selezione delle macchine, l’avvio del controllo e la revisione del rapporto dei risultati.

  1. Avviare Scout. Dal menu Start della macchina, selezionare Citrix > Citrix Scout. Nella pagina di apertura, fare clic su Health Check (Controllo di integrità).
  2. Selezionare le macchine. Fare clic su Find machine per trovare le macchine. Nella pagina Select machines sono elencati tutti i VDA, i Delivery Controller e i License Server rilevati nel sito. È possibile filtrare la visualizzazione per nome di macchina. Selezionare la casella di controllo accanto a ogni macchina da cui si desidera raccogliere la diagnostica, quindi fare clic su Continue.

    Per aggiungere altri tipi di componenti (ad esempio server StoreFront e macchine VDA), vedere Aggiungere macchine manualmente e Importare macchine VDA. Non è possibile aggiungere manualmente i Citrix Provisioning Server o i License Server.

    Scout avvia automaticamente i test di verifica su ogni macchina selezionata, assicurandosi che soddisfi i criteri elencati alla voce Test di verifica. Se la verifica non riesce, viene pubblicato un messaggio nella colonna Status e la casella di controllo della macchina viene deselezionata. È possibile eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Risolvere il problema e quindi selezionare nuovamente la casella di controllo della macchina. Questo innesca un nuovo tentativo dei test di verifica.
    • Saltare quella macchina (lasciare la casella di controllo deselezionata). I controlli di integrità non vengono eseguiti su quella macchina.

    Al termine dei test di verifica, fare clic su Continue.

  3. Eseguire i controlli di integrità sulle macchine selezionate. Il riepilogo elenca le macchine in cui vengono eseguiti i test (i computer selezionati che hanno superato i test di verifica). Fare clic su Start Checking (Avvia controlli).

    Durante e dopo i controlli:

    • La colonna Status indica lo stato di controllo corrente di una macchina.
    • Per interrompere tutti i controlli in corso, fare clic su Stop Checking (Interrompi controlli) nell’angolo in basso a destra della pagina. Non è possibile annullare il controllo di integrità di una singola macchina, ma solo di tutte le macchine selezionate. Le informazioni provenienti dalle macchine che hanno completato i controlli vengono conservate.
    • Al termine dei controlli su tutte le macchine selezionate, il pulsante Stop Checking nell’angolo in basso a destra diventa Done (Fatto).
    • Se un controllo non riesce, è possibile fare clic su Retry (Riprova) nella colonna Action.
    • Se un controllo viene completato senza rilevare problemi, la colonna Action è vuota.
    • Se un controllo rileva problemi, fare clic su View Details (Visualizza dettagli) per visualizzare i risultati.
    • Dopo che è stato controllato il controllo di tutte le macchine selezionate, non fare clic su Back (Indietro). Se lo si fa, i risultati del controllo andranno persi.
  4. Una volta completati i controlli, fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout.

Risultati del controllo di integrità

Nei controlli Citrix che generano report, i rapporti contengono:

  • Ora e data in cui è stato generato il report dei risultati
  • Macchine che sono state controllate
  • Condizioni che il controllo ha cercato sulle macchine interessate

Autorizzazioni e requisiti

Autorizzazioni:

  • Per raccogliere la diagnostica:

    • È necessario essere un amministratore locale e un utente di dominio per ciascuna macchina da cui si raccolgono i dati diagnostici.
    • È necessario disporre dell’autorizzazione per scrivere nella directory LocalAppData su ciascuna macchina.
  • Per eseguire i controlli dello stato di integrità:

    • È necessario appartenere al gruppo di utenti del dominio.
    • È necessario essere un amministratore completo o disporre di un ruolo personalizzato con autorizzazioni di sola lettura ed Run Environment Tests (di esecuzione test ambiente) nel sito.
    • Impostare il criterio di esecuzione degli script su almeno RemoteSigned per consentire l’esecuzione degli script. Ad esempio: Set-ExecutionPolicy RemoteSigned. Nota: possono essere validi anche altri privilegi di esecuzione script.
  • Usare Run as administrator (Esegui come amministratore) all’avvio di Scout.

Per ogni macchina da cui si raccolgono i dati diagnostici o si eseguono controlli di integrità:

  • Scout deve essere in grado di comunicare con la macchina.
  • La condivisione di file e stampanti deve essere attivata.
  • PSRemoting e WinRM devono essere abilitati. Il computer deve anche avere in esecuzione PowerShell 3.0 o versione successiva.
  • Citrix Telemetry Service deve essere in esecuzione sul computer.
  • L’accesso a Windows Management Infrastructure (WMI) deve essere abilitato sul computer.
  • Per impostare una pianificazione per la raccolta diagnostica, il computer deve eseguire una versione Scout compatibile.

Non utilizzare il simbolo del dollaro ($) nei nomi utente specificati nei nomi di percorso. Impedisce la raccolta di informazioni diagnostiche.

Scout esegue test di verifica sulle macchine selezionate, per assicurarsi che questi requisiti siano soddisfatti.

Il servizio di telemetria per Windows viene eseguito sul servizio di rete.

Utilizzo dei dati Scout 1

La cartella di traccia AOT viene salvata in C:\ProgramData\Citrix\TelemetryService\CitrixAOT.

Solo gli utenti del gruppo Amministratore, del sistema e del SID del servizio di telemetria dispongono dell’autorizzazione per accedere al Registro di sistema HKEYLOCALMACHINE:SOFTWARE\Citrix\Telemetry.

Utilizzo dei dati Scout 2

Il SID del servizio di telemetria rimane nel gruppo Performance Log Users dopo la disinstallazione del servizio di telemetria, ma è possibile rimuoverlo manualmente.

Utilizzo dei dati Scout 3

Test di verifica

Prima dell’avvio di una raccolta diagnostica o di un controllo di integrità, vengono automaticamente eseguiti test di verifica su ogni macchina selezionata. Questi test assicurano che siano soddisfatti i requisiti. Se un test fallisce in una macchina, Scout visualizza un messaggio, con le azioni correttive suggerite.

  • Scout cannot reach this machine (Scout non riesce a raggiungere questa macchina): assicurarsi che:

    • La macchina sia accesa.
    • La connessione di rete funzioni correttamente. Ciò può includere la verifica che il firewall sia configurato correttamente.
    • La condivisione di file e stampanti sia attivata. Per istruzioni, consultare la documentazione Microsoft.
  • Enable PSRemoting and WinRM (Abilitare PSRemoting e WinRM): è possibile abilitare la comunicazione remota di PowerShell e WinRM allo stesso tempo. Utilizzando Run as administrator (Esegui come amministratore), eseguire il cmdlet Enable-PSRemoting. Per ulteriori informazioni, vedere la Guida di Microsoft relativa al cmdlet.
  • Scout requires PowerShell 3.0 (minimum) (Scout richiede PowerShell 3.0 (minimo)): installare PowerShell 3.0 (o versione successiva) sul computer, quindi abilitare la comunicazione remota di PowerShell.
  • Unable to access LocalAppData directory on this machine (Impossibile accedere alla directory LocalAppData su questo computer): assicurarsi che l’account disponga dell’autorizzazione per scrivere nella directory LocalAppData sul computer.
  • Cannot locate Citrix Telemetry Service (Impossibile individuare Citrix Telemetry Service): assicurarsi che Citrix Telemetry Service sia installato e avviato sulla macchina.
  • Cannot get schedule (Impossibile ottenere la pianificazione): aggiornare la macchina (come minimo) a XenApp e XenDesktop 7.14.
  • WMI is not running on the machine (WMI non è in esecuzione sul computer): assicurarsi che l’accesso a Windows Management Instrumentation (WMI) sia abilitato.
  • WMI connections blocked (Connessioni WMI bloccate): abilitare WMI nel servizio Windows Firewall.
  • Newer version of Citrix Telemetry Service required (richiesta una versione più recente di Citrix Telemetry Service): (la versione è selezionata solo per Collect and Trace & Reproduce) aggiornare la versione di Telemetry Service sul computer (vedere Installare e aggiornare). Se non si aggiorna il servizio, il computer non è incluso nelle azioni Collect (Raccogli) e Trace & Reproduce (Traccia e riproduci).
  • Scout cannot connect to the systemd socket on this machine (Scout non è in grado di connettersi al socket systemd su questa macchina): Assicurarsi che:

    • La porta 7503 sia aperta. Verificare che systemd ctxtelemetry.socket sia in ascolto sulla porta 7503 della macchina. La porta potrebbe essere diversa se la porta ctxtelemetry.socket è stata cambiata. Vedere Configurazione di Scout per regolare le porte.
    • La connessione di rete funzioni correttamente. Ciò potrebbe includere la verifica che il firewall sia configurato correttamente.
  • The Linux VDA Telemetry Service is not started on this machine (Il servizio di telemetria Linux VDA non viene avviato su questa macchina): Assicurarsi che:

    • La porta 7502 sia aperta. Verificare che Linux VDA Telemetry Service sia installato e avviato sul computer. La porta potrebbe essere diversa se la porta del servizio di telemetria è stata modificata. Vedere Configurazione di Scout per regolare le porte.
    • La connessione di rete funzioni correttamente. Ciò potrebbe includere la verifica che il firewall sia configurato correttamente.

Compatibilità con la versione

Questa versione di Scout (3.x) è pensata per essere eseguita su controller e VDA Citrix Virtual Apps and Desktops (o almeno XenApp e XenDesktop 7.14).

Una versione precedente di Scout è fornita con versioni di XenApp e XenDesktop precedenti alla 7.14. Per informazioni su quella versione precedente, vedere CTX130147.

Se si aggiorna un controller o un VDA in versione precedente alla versione 7.14 (o a una versione successiva supportata), la versione precedente di Scout viene sostituita con la versione corrente.

Funzione Scout 2.23 Scout 3.0
Supporta Citrix Virtual Apps and Desktops (oltre a XenApp e XenDesktop dalla versione 7.14 alla 7.18)
Supporta XenDesktop 5.x, 7.1-7.13 No
Supporta XenApp 6.x, da 7.5 a 7.13 No
In dotazione con il prodotto 7.1–7.13 A partire da 7.14
Scaricabile dall’articolo CTX No
Cattura di tracce CDF
Acquisizione del tracciamento sempre attivo (AOT) No
Consente la raccolta di dati diagnostici Fino a 10 macchine allo stesso tempo (per impostazione predefinita) Illimitato (a seconda della disponibilità delle risorse)
Consente l’invio di dati diagnostici a Citrix
Consente il salvataggio locale dei dati diagnostici
Supporta le credenziali Citrix Cloud No
Supporta le credenziali Citrix
Supporta il server proxy per i caricamenti
Regola gli orari N/A
Supporto script Riga di comando (solo controller locale) PowerShell utilizzando i cmdlet Call Home (qualsiasi computer con il servizio di telemetria installato)
Controlli di integrità No

Installare e aggiornare

Per impostazione predefinita, Scout viene installato o aggiornato automaticamente nell’ambito di Citrix Telemetry Service quando si installa o si aggiorna un VDA o un controller.

Se si omette Citrix Telemetry Service quando si installa un VDA o si rimuove il servizio in un secondo momento, eseguire TelemetryServiceInstaller_xx.msi dalla cartella x64\Virtual Desktop Components o dalla cartella x86\Virtual Desktop Components sul supporto di installazione Citrix Virtual Apps and Desktops.

Quando si seleziona l’azione Collect o l’azione Trace & Reproduce, si riceve una notifica se una macchina sta eseguendo una versione precedente di Citrix Telemetry Service. Citrix consiglia di utilizzare l’ultima versione supportata. Se non si aggiorna Telemetry Service su quella macchina, questo non è incluso nelle azioni Collect e Trace & Reproduce. Per aggiornare Telemetry Service, utilizzare la stessa procedura utilizzata per l’installazione.

Autorizzazione al caricamento

Se si prevede di caricare raccolte di diagnostica su Citrix, è necessario disporre di un account Citrix o Citrix Cloud (queste sono le credenziali utilizzate per accedere ai download di Citrix o accedere al Citrix Cloud Control Center). Dopo che le credenziali del proprio account sono state convalidate, viene emesso un token.

  • Se si esegue l’autenticazione con un account Citrix, il processo di emissione dei token non è visibile. È sufficiente inserire le credenziali del proprio account. Dopo che Citrix ha convalidato le credenziali, è possibile proseguire la procedura guidata Scout.
  • Se si esegue l’autenticazione con un account Citrix Cloud, fare clic su un collegamento per accedere a Citrix Cloud utilizzando HTTPS con il browser predefinito. Dopo che sono state inserite le credenziali di Citrix Cloud, viene visualizzato il token. Copiare il token e incollarlo in Scout. È quindi possibile continuare la procedura guidata Scout.

Il token è memorizzato localmente sulla macchina su cui è in esecuzione Scout. Per abilitare l’utilizzo di tale token alla successiva esecuzione di Collect o Trace & Reproduce, selezionare la casella di controllo Store token and skip this step in the future (Memorizza token e salta questo passaggio in futuro).

È necessario riautorizzare ogni volta che si seleziona Schedule (Pianifica) nella pagina di apertura di Scout. Non è possibile utilizzare un token memorizzato durante la creazione o la modifica di una pianificazione.

Usare un proxy per i caricamenti

Se si desidera utilizzare un server proxy per caricare raccolte su Citrix, è possibile indicare a Scout di utilizzare le impostazioni proxy configurate per le proprietà Internet del browser. In alternativa, è possibile specificare l’indirizzo IP e il numero di porta del server proxy.

Trovare una macchina

Per le procedure Collect, Trace & Reproducee Schedule, Scout elenca i controller e i VDA che rileva automaticamente.

Quando si esegue Scout Health Check dal Delivery Controller, fare clic su Find machine (Trova macchina) per rilevare le macchine, inclusi controller di consegna, VDA, server licenze e server StoreFront.

Quando si esegue Scout Health Check da una macchina collegata al dominio che non è Delivery Controller, Scout non è in grado di rilevare automaticamente le macchine. È necessario aggiungere macchine manualmente o importare macchine VDA.

Aggiungere macchine manualmente

Dopo che Scout ha elencato i controller e i VDA individuati, è possibile aggiungere manualmente altre macchine nella distribuzione, come i server StoreFront, i server di licenza e i server di Citrix Provisioning.

Durante l’esecuzione dei controlli di integrità:

  • I Citrix License Server del dominio vengono rilevati automaticamente. Non è possibile aggiungere manualmente i License Server.
  • I controlli di integrità attualmente non supportano i server Citrix Provisioning.

In qualsiasi pagina Scout che elenca le macchine rilevate, fare clic su + Add machine (Aggiungi macchina). Digitare il nome di dominio completo della macchina che si desidera aggiungere e quindi fare clic su Continue. Ripetere l’operazione per aggiungere altre macchine, se necessario. Sebbene l’immissione di un alias DNS invece di un FQDN possa sembrare valida, i controlli di integrità potrebbero non riuscire.

Le macchine aggiunte manualmente vengono sempre visualizzate in cima all’elenco delle macchine, al di sopra delle macchine rilevate.

Un modo semplice per identificare una macchina aggiunta manualmente è il pulsante di eliminazione rosso all’estremità destra della riga. Solo le macchine aggiunte manualmente hanno quel pulsante. Le macchine rilevate non ce l’hanno.

Per rimuovere una macchina aggiunta manualmente, fare clic sul pulsante rosso all’estremità destra della riga. Confermare l’eliminazione. Ripetere l’operazione per eliminare altre macchine aggiunte manualmente.

Scout ricorda le macchine aggiunte manualmente fino a quando l’utente non le rimuove. Quando si chiude e poi si riapre Scout, le macchine aggiunte manualmente sono ancora elencate in cima all’elenco.

Le tracce CDF non vengono raccolte quando si utilizza Trace & Reproduce sui server StoreFront. Tuttavia, vengono raccolte tutte le altre informazioni sulle tracce.

Importare macchine VDA

È possibile importare macchine VDA nella distribuzione durante l’esecuzione dei controlli di integrità.

  1. Su Delivery Controller o Connector, generare il file dell’elenco dei computer con il comando PowerShell. Su Connector è necessario inserire le credenziali Citrix e selezionare il cliente nella finestra di dialogo a comparsa.

    Get-BrokerMachine| foreach { $_.DnsName } | out-file C:\machineList.txt

  2. Copiare il file machineList.txt nel computer collegato al dominio da cui si desidera avviare Scout Health Check.
  3. Nella pagina Scout Health Check, fare clic su Add Machine.
  4. Selezionare il tipo di macchina Windows VDA .
  5. Fare clic su Import VDA machines (Importa macchine VDA).
  6. Selezionare il file machineList.txt.
  7. Fare clic su Open.

Le macchine VDA importate sono elencate nella pagina Scout Health Check.

Scout health check

Raccogliere la diagnostica

La procedura Collect comprende la selezione delle macchine, l’avvio della raccolta di diagnostica e quindi il caricamento del file contenente la raccolta su Citrix o il salvataggio locale.

  1. Avviare Scout. Dal menu Start della macchina, selezionare Citrix > Citrix Scout. Nella pagina di apertura, fare clic su Collect.

  2. Selezionare le macchine.

    • Su un controller, la pagina Select machines elenca tutti i VDA e i controller del sito. È possibile filtrare la visualizzazione per nome di macchina. Per aggiungere altre macchine manualmente (come i server StoreFront o Citrix Provisioning), consultare Aggiungere macchine manualmente.
    • Su altri componenti (come i server VDA), l’elenco della pagina Select machines contiene solo il computer locale. L’aggiunta manuale di macchine non è supportata.

    Selezionare la casella di controllo accanto a ogni macchina da cui si desidera raccogliere la diagnostica, quindi fare clic su Continue.

    Scout avvia automaticamente i test di verifica su ogni macchina selezionata, assicurandosi che soddisfi i criteri elencati alla voce Test di verifica. Se la verifica non riesce, viene pubblicato un messaggio nella colonna Status e la casella di controllo del computer non è selezionata. È possibile eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Risolvere il problema e quindi selezionare di nuovo la casella di controllo del computer. Questo innesca un nuovo tentativo dei test di verifica.
    • Saltare quella macchina (lasciare la casella di controllo deselezionata). La diagnostica non verrà raccolta da quella macchina.

    Al termine dei test di verifica, fare clic su Continue.

  3. Raccogliere la diagnostica. Il riepilogo elenca tutte le macchine da cui viene raccolta la diagnostica (le macchine selezionate che hanno superato i test di verifica). Fare clic su Start Collecting (Avvia raccolta).

    Durante la raccolta:

    • La colonna Status indica lo stato di raccolta corrente di un computer.
    • Per interrompere una raccolta in corso su un singolo computer, fare clic su Cancel nella colonna Action relativa a quel computer.
    • Per interrompere tutte le raccolte in corso, fare clic su Stop Collection (Interrompi raccolta) nell’angolo in basso a destra della pagina. La diagnostica delle macchine che hanno completato la raccolta viene mantenuta. Per riprendere la raccolta, fare clic su Retry nella colonna Action per ciascun computer.
    • Al termine della raccolta per tutte le macchine selezionate, il pulsante Stop Collection nell’angolo in basso a destra diventa Continue.
    • Per raccogliere nuovamente la diagnostica, fare clic su Collect Again (Raccogli di nuovo) nella colonna Action di quella macchina. La nuova raccolta sovrascrive la precedente.
    • Se una raccolta non riesce, è possibile fare clic su Retry nella colonna Action . Solo le raccolte riuscite vengono caricate o salvate.
    • Al termine della raccolta per tutte le macchine selezionate, non fare clic su Back. Se si fa clic su di esso, la raccolta viene persa.

    Al termine della raccolta, fare clic su Continue.

  4. Salvare o caricare la raccolta. Scegliere se caricare il file su Citrix o salvarlo sul computer locale.

    Se si sceglie di caricare il file ora, andare al passaggio 5.

    Se si sceglie di salvare il file in locale:

    • Viene visualizzata una finestra di dialogo Salva di Windows. Passare alla posizione desiderata.
    • Al termine del salvataggio locale, il percorso del file viene visualizzato e corredato di collegamento. È possibile visualizzare il file. È possibile caricare il file in un secondo momento su Citrix. Vedere CTX136396.

    Fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout. Non è necessario completare ulteriori passaggi in questa procedura.

  5. Eseguire l’autenticazione per i caricamenti e, facoltativamente, specificare un proxy. Per ulteriori informazioni, vedere Autorizzazione al caricamento.

    • Se non si è effettuata l’autenticazione tramite Scout, continuare da questo passaggio.
    • Se si è effettuata l’autenticazione tramite Scout, il token di autorizzazione memorizzato viene utilizzato per impostazione predefinita. Se si desidera eseguire questa operazione, selezionare questa opzione e fare clic su Continue. Non vengono richieste le credenziali per questa raccolta. Procedere dal passaggio 6.
    • Se si era già effettuata l’autenticazione, ma si desidera effettuarla di nuovo e ottenere un nuovo token, fare clic su Change/Reauthorize (Cambia/Riautorizza) e continuare da questo passaggio.

    Scegliere se si desidera utilizzare le credenziali Citrix o le credenziali Citrix Cloud per autenticare il caricamento. Fare clic su Continue (Continua). La pagina delle credenziali viene visualizzata solo se non si utilizza un token memorizzato.

    Nella pagina delle credenziali:

    • Se si desidera utilizzare un server proxy per il caricamento del file, fare clic su Configure proxy. È possibile indicare a Scout di utilizzare le impostazioni del proxy configurate per le proprietà Internet del proprio browser. In alternativa, è possibile immettere l’indirizzo IP e il numero di porta del server proxy. Chiudere la finestra di dialogo del proxy.
    • Per un account Citrix Cloud, fate clic su Generate token. Il browser predefinito viene avviato su una pagina Citrix Cloud in cui viene visualizzato un token. Copiare il token e incollarlo nella pagina Scout.
    • Per un account Citrix, inserire le proprie credenziali.

    Al termine, fare clic su Continue.

  6. Inserire le informazioni sul caricamento.

    • Il campo del nome contiene il nome predefinito del file per la diagnostica raccolta. Questo è sufficiente per la maggior parte delle raccolte, anche se è possibile modificare il nome. Se si elimina il nome predefinito e si lascia vuoto il campo del nome, viene utilizzato il nome predefinito.
    • Facoltativamente, specificare un numero di richiesta di assistenza Citrix di 8 cifre.
    • Nel campo facoltativo Description, descrivere il problema e indicare quando si è verificato, se applicabile.

    Al termine, fare clic su Start Upload (Avvia caricamento).

    Durante il caricamento, la parte inferiore sinistra della pagina contiene la percentuale approssimativa di caricamento completato. Per annullare un caricamento in corso, fare clic su Stop Upload (Interrompi caricamento).

    Al termine del caricamento, l’URL della posizione viene visualizzato e corredato di collegamento. È possibile seguire il collegamento alla posizione in Citrix per visualizzare l’analisi del caricamento oppure copiare il collegamento.

    Fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout.

Tracciare e riprodurre

La procedura Trace and Reproduce comprende la selezione delle macchine, l’avvio del tracciamento, la riproduzione dei problemi, il completamento della raccolta diagnostica e quindi il caricamento del file su Citrix o il salvataggio locale.

Questa procedura è simile alla procedura Collect standard. Consente tuttavia di avviare una traccia sulle macchine e quindi di ricreare i problemi su di esse. Tutte le raccolte di diagnostica includono informazioni sulla traccia AOT. Questa procedura aggiunge tracce CDF per facilitare la risoluzione dei problemi.

  1. Avviare Scout. Dal menu Start della macchina, selezionare Citrix > Citrix Scout. Nella pagina di apertura, fare clic su Trace & Reproduce (Tracciare e riprodurre).

  2. Selezionare le macchine. La pagina Select machines (Seleziona macchine) elenca tutti i VDA e i controller del sito. È possibile filtrare la visualizzazione per nome di macchina. Selezionare la casella di controllo accanto a ogni macchina da cui si desidera raccogliere tracce e diagnostica. Quindi fare clic su Continue.

    Per aggiungere altre macchine manualmente (come i server StoreFront o Citrix Provisioning), consultare Aggiungere macchine manualmente.

    Scout avvia automaticamente i test di verifica su ogni macchina selezionata, assicurandosi che soddisfi i criteri elencati alla voce Test di verifica. Se la verifica non riesce su un computer, viene pubblicato un messaggio nella colonna Status e la casella di controllo del computer non è selezionata. È possibile eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Risolvere il problema e quindi selezionare di nuovo la casella di controllo del computer. Questo innesca un nuovo tentativo dei test di verifica.
    • Saltare quella macchina (lasciare la casella di controllo deselezionata). La diagnostica e le tracce non vengono raccolte da quella macchina.

    Al termine dei test di verifica, fare clic su Continue.

  3. Iniziare il tracciamento. Il riepilogo elenca tutte le macchine da cui vengono raccolte le tracce. Fare clic su Start Tracing (Avvia tracciamento).

    Su uno o più computer selezionati, riprodurre i problemi riscontrati. La raccolta di tracce continua mentre lo si fa. Quando si è finito di riprodurre il problema, fare clic su Continue in Scout. Questo blocca il tracciamento.

    Dopo aver interrotto il tracciamento indicare se è stato riprodotto il problema durante il tracciamento.

  4. Raccogliere la diagnostica dalle macchine. Fare clic su Start Collecting (Avvia raccolta). Durante la raccolta:

    • La colonna Status indica lo stato di raccolta corrente di un computer.
    • Per interrompere una raccolta in corso su un singolo computer, fare clic su Cancel nella colonna Action relativa a quel computer.
    • Per interrompere tutte le raccolte in corso, fare clic su Stop Collection (Interrompi raccolta) nell’angolo in basso a destra della pagina. La diagnostica delle macchine che hanno completato la raccolta viene mantenuta. Per riprendere la raccolta, fare clic su Retry nella colonna Action per ciascun computer.
    • Al termine della raccolta per tutte le macchine selezionate, il pulsante Stop Collection nell’angolo in basso a destra diventa Continue.
    • Per raccogliere nuovamente la diagnostica da una macchina, fare clic su Collect Again nella colonna Action della macchina. La nuova raccolta sovrascrive la precedente.
    • Se una raccolta non riesce, è possibile fare clic su Retry nella colonna Action . Solo le raccolte riuscite vengono caricate o salvate.
    • Al termine della raccolta per tutte le macchine selezionate, non fare clic su Back. Se lo si fa, la raccolta va persa.

    Al termine della raccolta, fare clic su Continue.

  5. Salvare o caricare la raccolta. Scegliere se caricare il file su Citrix o salvarlo localmente.

    Se si sceglie di caricare il file ora, andare al passaggio 6.

    Se si sceglie di salvare il file in locale:

    • Viene visualizzata una finestra di dialogo Salva di Windows. Selezionare la posizione desiderata.
    • Al termine del salvataggio locale, il percorso del file viene visualizzato e corredato di collegamento. È possibile visualizzare il file. Ricordare: è possibile caricare il file in un secondo momento da Citrix; vedere CTX136396 per informazioni su Citrix Insight Services.

    Fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout. Non è necessario completare ulteriori passaggi in questa procedura.

  6. Eseguire l’autenticazione per i caricamenti e, facoltativamente, specificare il proxy. Vedere Autorizzazione al caricamento per i dettagli di questo processo.

    • Se non si è effettuata l’autenticazione tramite Scout, continuare da questo passaggio.
    • Se si è effettuata l’autenticazione tramite Scout, il token di autorizzazione memorizzato viene utilizzato per impostazione predefinita. Se questo è ciò che si intende fare, scegliere questa opzione e fare clic su Continue. Non vengono richieste le credenziali per questa raccolta. Andare al passaggio 7.
    • Se si era già effettuata l’autenticazione, ma si desidera effettuarla di nuovo e ottenere un nuovo token, fare clic su Change/Reauthorize (Cambia/Riautorizza) e continuare da questo passaggio.

    Scegliere se si desidera utilizzare le credenziali Citrix o le credenziali Citrix Cloud per autenticare il caricamento. Fare clic su Continue (Continua). La pagina delle credenziali viene visualizzata solo se non si utilizza un token memorizzato.

    Nella pagina delle credenziali:

    • Se si desidera utilizzare un server proxy per il caricamento del file, fare clic su Configure proxy. È possibile indicare a Scout di utilizzare le impostazioni del proxy configurate per le proprietà Internet del proprio browser. In alternativa, è possibile immettere l’indirizzo IP e il numero di porta del server proxy. Chiudere la finestra di dialogo del proxy.
    • Per un account Citrix Cloud, fate clic su Generate token. Il browser predefinito viene avviato su una pagina Citrix Cloud in cui viene visualizzato un token. Copiare il token e incollarlo nella pagina Scout.
    • Per un account Citrix, inserire le proprie credenziali.

    Al termine, fare clic su Continue.

  7. Fornire informazioni sul caricamento.

    Inserire i dettagli di caricamento:

    • Il campo del nome contiene il nome predefinito del file per la diagnostica raccolta. Questo è sufficiente per la maggior parte delle raccolte, anche se è possibile modificare il nome. Se si elimina il nome predefinito e si lascia vuoto il campo del nome, viene utilizzato il nome predefinito.
    • Facoltativamente, specificare un numero di richiesta di assistenza Citrix di 8 cifre.
    • Nel campo facoltativo Description, descrivere il problema e indicare quando si è verificato, se applicabile.

    Al termine, fare clic su Start Upload (Avvia caricamento).

    Durante il caricamento, la parte in basso a sinistra della pagina indica la percentuale di caricamento completata. Per annullare un caricamento in corso, fare clic su Stop Upload (Interrompi caricamento).

    Al termine del caricamento, l’URL della posizione viene visualizzato e corredato di collegamento. È possibile seguire il collegamento alla posizione in Citrix per visualizzare l’analisi del caricamento oppure copiare il collegamento.

    Fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout.

Pianificare le raccolte

Nota:

Al momento è possibile pianificare le raccolte, ma non le verifiche di integrità.

La procedura di pianificazione comprende la selezione delle macchine e quindi l’impostazione o l’annullamento della pianificazione. Le raccolte pianificate vengono caricate automaticamente su Citrix. È possibile salvare le raccolte pianificate localmente utilizzando l’interfaccia di PowerShell. Vedere Citrix Call Home.

  1. Avviare Scout. Dal menu Start della macchina, selezionare Citrix > Citrix Scout. Nella pagina di apertura, fare clic su Schedule (Pianifica).

  2. Selezionare le macchine. Sono elencati tutti i VDA e i controller presenti nel sito. È possibile filtrare la visualizzazione per nome di macchina.

    Quando sono stati installati VDA e controller utilizzando l’interfaccia grafica, se si imposta una pianificazione Call Home (vedere Citrix Call Home), Scout visualizza tali impostazioni, per impostazione predefinita. È possibile utilizzare questa versione di Scout per avviare le raccolte pianificate per la prima volta o modificare una pianificazione configurata in precedenza.

    Anche se è stato abilitato/disabilitato Call Home nelle singole macchine durante l’installazione dei componenti, una pianificazione configurata in Scout influisce su tutte le macchine selezionate.

    Selezionare la casella di controllo accanto a ogni macchina da cui si desidera raccogliere la diagnostica, quindi fare clic su Continue.

    Per aggiungere altre macchine manualmente (come i server StoreFront o Citrix Provisioning), consultare Aggiungere macchine manualmente.

    Scout avvia automaticamente i test di verifica su ciascuna delle macchine selezionate, assicurandosi che soddisfino i criteri indicati in Test di verifica. Se la verifica non riesce su un computer, viene pubblicato un messaggio nella colonna Status e la casella di controllo del computer non è selezionata. È possibile eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Risolvere il problema e quindi selezionare di nuovo la casella di controllo del computer. Questo innesca un nuovo tentativo dei test di verifica.
    • Saltare quella macchina (lasciare la casella di controllo deselezionata). La diagnostica (o il tracciamento) non viene raccolto da quella macchina.

    Al termine dei test di verifica, fare clic su Continue.

    La pagina di riepilogo elenca i computer a cui sono applicate le pianificazioni. Fare clic su Continue (Continua).

  3. Impostare il programma. Indicare quando si desidera raccogliere la diagnostica. Ricordare: la pianificazione influisce su tutte le macchine selezionate.

    • Per configurare un programma settimanale per le macchine selezionate, fare clic su Weekly. Scegliere il giorno della settimana. Inserire l’ora (orologio di 24 ore) dell’inizio della raccolta.
    • Per configurare una pianificazione giornaliera per i computer selezionati, fare clic su Daily. Inserire l’ora (orologio di 24 ore) dell’inizio della raccolta.
    • Per annullare una pianificazione esistente per i computer selezionati (e non sostituirla con un’altra), fare clic su Off. Ciò annulla qualsiasi pianificazione precedentemente configurata per tali macchine.

    Fare clic su Continue (Continua).

  4. Eseguire l’autenticazione per i caricamenti e, facoltativamente, specificare un proxy. Vedere Autorizzazione al caricamento per i dettagli di questo processo. Ricordare: non è possibile utilizzare un token memorizzato per l’autenticazione quando si lavora con una pianificazione di Scout.

    Scegliere se si desidera utilizzare le credenziali Citrix o le credenziali Citrix Cloud per autenticare il caricamento. Fare clic su Continue (Continua).

    Nella pagina delle credenziali:

    • Se si desidera utilizzare un server proxy per il caricamento del file, fare clic su Configure proxy. È possibile indicare a Scout di utilizzare le impostazioni del proxy configurate per le proprietà Internet del proprio browser. In alternativa, è possibile immettere l’indirizzo IP e il numero di porta del server proxy. Chiudere la finestra di dialogo del proxy.
    • Per un account Citrix Cloud, fate clic su Generate token. Il browser predefinito viene avviato su una pagina Citrix Cloud in cui viene visualizzato un token. Copiare il token e incollarlo nella pagina Scout.
    • Per un account Citrix, inserire le proprie credenziali.

    Al termine, fare clic su Continue.

    Rivedere la pianificazione configurata. Fare clic su Done per tornare alla pagina di apertura di Scout.

    Durante una raccolta, il registro dell’applicazione Windows di ciascuna macchina selezionata contiene voci relative alla raccolta e al caricamento.

Mascheramento dei dati

Le informazioni diagnostiche raccolte con Citrix Scout potrebbero contenere informazioni sensibili a problemi di sicurezza. La funzione di mascheramento dei dati di Citrix Scout consente di mascherare i dati sensibili contenuti nei file di diagnostica prima di caricarli su Citrix.

Il mascheramento dei dati Scout è configurato per mascherare l’indirizzo IP, i nomi di computer, i nomi di dominio, i nomi utente, i nomi degli hypervisor, i nomi dei gruppi di consegna, i nomi dei cataloghi, i nomi delle applicazioni e i SID.

Nota:

Le tracce CDF sono crittografate e non possono essere mascherate.

I log di Linux VDA sono compressi in formato .tar.gz2 e non possono essere mascherati.

Raccogliere nuova diagnostica ed eseguire il mascheramento dei dati

Per utilizzare la funzione di mascheramento dei dati di Citrix Scout, avviare Scout dalla riga di comando.

  1. In Windows, aprire il prompt dei comandi come amministratore.
  2. Andare alla directory in cui è installato Scout: cd C:\Program Files\Citrix\Telemetry Service.
  3. Avviare Scout: ScoutUI.exe datamasking.
  4. Fare clic su Collect o su Trace & Reproduce per raccogliere la diagnostica.
  5. Al termine della raccolta, selezionare Enable data masking (Abilita mascheramento dei dati). Questa opzione è abilitata per impostazione predefinita.
  6. Configurare il mascheramento dati. È possibile utilizzare le regole predefinite o personalizzarle.
  7. Scegliere se caricare o salvare la raccolta di diagnostica.
    • Se si seleziona Upload the diagnostics collection to Citrix (Carica la raccolta di diagnostica su Citrix), i file di diagnostica mascherati vengono caricati su Citrix.
    • Se si seleziona Save the diagnostics collection on your local machine (Salva la raccolta di diagnostica sul computer locale), sia la diagnostica originale che quella mascherata vengono salvate nella posizione specificata.

Eseguire il mascheramento dei dati di diagnostica esistente

  1. In Windows, aprire il prompt dei comandi come amministratore.
  2. Andare alla directory in cui è installato Scout: cd C:\Program Files\Citrix\Telemetry Service.
  3. Avviare Scout direttamente in modalità di mascheramento dei dati: ScoutUI.exe datamasking filePath.
  4. Selezionare “Enable data masking” (Abilita mascheramento dei dati) per continuare. Questa opzione è abilitata per impostazione predefinita.
  5. Configurare il mascheramento dati. È possibile eseguire il mascheramento dei dati con le regole predefinite o personalizzarle.
  6. Scegliere se caricare o salvare la raccolta di diagnostica.
    • Se si seleziona Upload the diagnostics collection to Citrix (Carica la raccolta di diagnostica su Citrix), i file di diagnostica mascherati vengono caricati su Citrix.
    • Se si seleziona Save the diagnostics collection on your local machine (Salva la raccolta di diagnostica sul computer locale), sia la diagnostica originale che quella mascherata vengono salvate nella posizione specificata.

File di dati mascherati e posizioni dei file di mappatura

Dopo aver caricato o salvato la raccolta di diagnostica, fare clic sul collegamento per aprire la diagnostica originale e quella mascherata e aprire il file delle informazioni di mappatura.

Raccolta dei dati di utilizzo

Quando si utilizza Scout, Citrix utilizza Google Analytics per raccogliere dati anonimi sull’utilizzo finalizzati allo sviluppo di funzionalità e di miglioramenti futuri dei prodotti. La raccolta dei dati è abilitata per impostazione predefinita.

Per modificare la raccolta e il caricamento dei dati di utilizzo, fare clic sul simbolo dell’ingranaggio Impostazioni nell’interfaccia utente di Scout. È quindi possibile scegliere se inviare le informazioni selezionando o No e quindi facendo clic su Save.

Raccolta dei dati di utilizzo di Scout