Citrix Virtual Apps and Desktops

Applicazioni

Introduzione

Se la distribuzione utilizza solo gruppi di consegna (e non gruppi di applicazioni), si aggiungono le applicazioni ai gruppi di consegna. Se si dispone anche di gruppi di applicazioni, in genere si aggiungono le applicazioni ai gruppi di applicazioni. Questa guida fornisce una gestione più semplice. Un’applicazione deve sempre appartenere ad almeno un gruppo di consegna o a un gruppo di applicazioni.

Nella procedura guidata Add Applications (Aggiungi applicazioni) è possibile selezionare uno o più gruppi di consegna o uno o più gruppi di applicazioni, ma non entrambi. Sebbene sia possibile modificare in seguito l’associazione a gruppi di un’applicazione (ad esempio, spostando un’applicazione da un gruppo di applicazioni a un gruppo di consegna), le pratiche migliori sconsigliano l’aggiunta di tale complessità. Mantenere le proprie applicazioni in un unico tipo di gruppo.

Quando si associa un’applicazione a più gruppi, può crearsi un problema di visibilità se non si dispone di autorizzazioni sufficienti a visualizzare l’applicazione in tutti questi gruppi. In questi casi, consultare un amministratore con autorizzazioni di livello superiore o estendere il proprio ambito in modo da includere tutti i gruppi a cui è stata aggiunta l’applicazione.

Se si pubblicano due applicazioni con lo stesso nome (magari di gruppi diversi) per gli stessi utenti, modificare la proprietà Application name (for user) in Studio. In caso contrario, gli utenti vedranno nomi duplicati nell’app Citrix Workspace.

È possibile modificare le proprietà (impostazioni) di un’applicazione al momento dell’aggiunta o in un secondo momento. È inoltre possibile modificare la cartella di applicazioni in cui è posizionata l’applicazione, quando si aggiunge l’applicazione o in un secondo momento.

Per ulteriori informazioni, vedere:

Aggiungere applicazioni

È possibile aggiungere applicazioni quando si crea un gruppo di consegna o un gruppo di applicazioni. Tali procedure sono illustrate in dettaglio in Creare gruppi di consegna e Creare gruppi di applicazioni. Nella procedura seguente viene descritto come aggiungere applicazioni dopo aver creato un gruppo.

Buono a sapersi:

  • Non è possibile aggiungere applicazioni ai gruppi di consegna Accesso remoto PC.
  • Non è possibile utilizzare la procedura guidata Add Application (Aggiungi applicazione) per rimuovere le applicazioni dai gruppi di consegna o dai gruppi di applicazioni. Questa è un’operazione separata.

Per aggiungere una o più applicazioni:

  1. Selezionare Applications nel riquadro di spostamento di Studio, quindi selezionare Add Applications (Aggiungi applicazioni) nel riquadro Actions.
  2. Viene avviata la procedura guidata con la pagina Introduction, che può essere rimossa dai futuri avvii della procedura guidata.
  3. La procedura guidata guida l’utente attraverso le pagine Groups (Gruppi), Applications (Applicazioni) e Summary (Riepilogo). Al termine di ogni pagina, fare clic su Next(Avanti) fino a raggiungere la pagina Summary (Riepilogo).

Alternative al passaggio 1 se si desidera aggiungere applicazioni a un solo gruppo di consegna o a un solo gruppo di applicazioni:

  • Per aggiungere applicazioni a un solo gruppo di consegna: nel passaggio 1 selezionare Delivery Groups (Gruppi di consegna) nel riquadro di spostamento di Studio, selezionare un gruppo di consegna nel riquadro centrale e quindi selezionare Add Applications (Aggiungi applicazioni) nel riquadro Actions. La procedura guidata non visualizza la pagina Groups (Gruppi).
  • Per aggiungere applicazioni a un solo gruppo di applicazioni: nel passaggio 1 selezionare Applications nel riquadro di spostamento di Studio, selezionare un gruppo di applicazioni nel riquadro centrale e quindi selezionare la voce Add Applications (Aggiungi applicazioni) sotto il nome del gruppo di applicazioni nel riquadro Actions. La procedura guidata non visualizza la pagina Groups (Gruppi).

Pagina Groups

Questa pagina elenca tutti i gruppi di consegna del sito. Se sono stati creati anche gruppi di applicazioni, nella pagina sono elencati i gruppi di applicazioni e i gruppi di consegna. È possibile scegliere da uno o dall’altro gruppo, ma non da entrambi i gruppi. In altre parole, non è possibile aggiungere applicazioni a un gruppo di applicazioni e a un gruppo di consegna allo stesso tempo. Come orientamento generale, se si utilizzano gruppi di applicazioni, aggiungere applicazioni ai gruppi di applicazioni anziché ai gruppi di consegna.

Quando si aggiunge un’applicazione, selezionare la casella di controllo accanto ad almeno un gruppo di consegna (o gruppo di applicazioni, se disponibile). Ogni applicazione deve sempre essere associata ad almeno un gruppo.

Pagina Applications (Applicazioni)

Fare clic su Add per visualizzare le origini delle applicazioni.

  • Menu From Start: applicazioni che vengono individuate su una macchina nei gruppi di consegna selezionati. Quando si seleziona questa origine, viene avviata una nuova pagina con un elenco delle applicazioni individuate. Selezionare le caselle di controllo delle applicazioni da aggiungere e quindi fare clic su OK.

    Questa origine non può essere selezionata se sono stati selezionati (1) gruppi di applicazioni senza gruppi di consegna associati, (2) gruppi di applicazioni selezionati con gruppi di consegna associati non contenenti macchine o (3) un gruppo di consegna non contenente macchine.

  • Manually defined (Definizione manuale): applicazioni situate nel sito o in un altro punto della rete. Quando si seleziona questa origine, viene avviata una nuova pagina. Immettere il percorso dell’eseguibile, la directory di lavoro, gli argomenti della riga di comando facoltativi e i nomi visualizzati per amministratori e utenti. Dopo aver immesso queste informazioni, fare clic su OK.
  • Existing (Esistenti): applicazioni precedentemente aggiunte al sito. Quando si seleziona questa origine, viene avviata una nuova pagina con un elenco delle applicazioni individuate. Selezionare le caselle di controllo delle applicazioni da aggiungere e quindi fare clic su OK.

    Non è possibile selezionare questa origine se il sito non dispone di applicazioni.

  • App-V: applicazioni contenute in pacchetti App-V. Quando si seleziona questa origine, viene avviata una nuova pagina in cui si seleziona il server App-V o la libreria di applicazioni. Nella schermata risultante, selezionare le caselle di controllo delle applicazioni da aggiungere e quindi fare clic su OK. Per ulteriori informazioni, vedere App-V.

    Questa origine non può essere selezionata se App-V non è configurato per il sito.

  • Application Group: gruppi di applicazioni. Quando si seleziona questa origine, viene avviata una nuova pagina con un elenco dei gruppi di applicazioni (sebbene siano elencate anche le applicazioni presenti in ciascun gruppo, è possibile selezionare solo il gruppo, non le singole applicazioni). Vengono aggiunte tutte le applicazioni attuali e future nei gruppi selezionati. Selezionare le caselle di controllo dei gruppi di applicazioni da aggiungere e quindi fare clic su OK.

    Questa origine non può essere selezionata se (1) non esistono gruppi di applicazioni o (2) se i gruppi di consegna selezionati non supportano i gruppi di applicazioni (ad esempio, gruppi di consegna con computer assegnati in modo statico).

Come indicato nella tabella, alcune origini presenti nell’elenco Add non possono essere selezionate se non esiste un’origine valida di quel tipo. Le origini che sono incompatibili (ad esempio, non è possibile aggiungere gruppi di applicazioni ai gruppi di applicazioni) non sono incluse nell’elenco. Le applicazioni già aggiunte ai gruppi scelti non possono essere selezionate.

È possibile modificare le proprietà (impostazioni) di un’applicazione da questa pagina o successivamente.

Per impostazione predefinita, le applicazioni aggiunte vengono inserite nella cartella dell’applicazione denominata Applications. È possibile modificare l’applicazione da questa pagina o successivamente. Se si tenta di aggiungere un’applicazione e in quella cartella ne esiste già una con lo stesso nome, verrà richiesto di rinominare l’applicazione che si sta aggiungendo. È possibile accettare il nuovo nome offerto o rifiutarlo e quindi rinominare l’applicazione o selezionare una cartella diversa. Ad esempio, se app esiste già nella cartella Applications e si tenta di aggiungere un’altra applicazione denominata app a quella cartella, viene offerto il nuovo nome app_1.

Pagina Summary

Se si aggiungono 10 o meno applicazioni, i loro nomi sono elencati in Applications to add (Applicazioni da aggiungere). Se si aggiungono più di 10 applicazioni, ne è indicato il numero totale.

Esaminare le informazioni di riepilogo e quindi fare clic su Finish.

Modificare l’associazione a un gruppo di un’applicazione

Dopo aver aggiunto un’applicazione, è possibile modificare i gruppi di consegna e i gruppi di applicazioni a cui è associata.

È possibile trascinare un’applicazione in un gruppo aggiuntivo. Questa è un’alternativa all’utilizzo dei comandi disponibili nel riquadro Actions.

Se un’applicazione è associata a più di un gruppo di consegna o di applicazioni, è possibile utilizzare la priorità di gruppo per specificare l’ordine in cui vengono controllati più gruppi per trovare le applicazioni. Per impostazione predefinita, tutti i gruppi hanno priorità 0 (la più elevata). I gruppi con la stessa priorità hanno il carico bilanciato.

Un gruppo di applicazioni può essere associato a gruppi di consegna contenenti macchine condivise (non private) in grado di distribuire applicazioni. È inoltre possibile selezionare gruppi di consegna contenenti macchine condivise che distribuiscono solo desktop, se (1) il gruppo di consegna contiene macchine condivise ed è stato creato con una versione di XenDesktop 7.x precedente alla 7.9 e (2) si dispone dell’autorizzazione Edit delivery group. Il tipo di gruppo di consegna viene convertito automaticamente in desktops and applications quando viene confermata la finestra di dialogo delle proprietà.

  1. Selezionare Applications nel riquadro di navigazione di Studio e quindi selezionare l’applicazione nel riquadro centrale.
  2. Selezionare Properties (Proprietà) nel riquadro Actions.
  3. Seleziona la pagina Groups (Gruppi).
    • Per aggiungere un gruppo, fare clic su Add e selezionare Application Groups (Gruppi di applicazioni) o Delivery Groups (Gruppi di consegna). Se non si è creato alcun gruppo di applicazioni, l’unica voce disponibile è Delivery Groups. Selezionare quindi uno o più gruppi disponibili. I gruppi non compatibili con l’applicazione o già associati a essa non possono essere selezionati.
    • Per rimuovere un gruppo, selezionare uno o più gruppi e quindi fare clic su Remove (Rimuovi). Se la rimozione dell’associazione di gruppo comporta che l’applicazione non viene più associata ad alcun gruppo, viene visualizzato un avviso che l’applicazione sarà eliminata.
    • Per modificare la priorità di un gruppo, selezionare il gruppo e quindi fare clic su Edit Priority (Modifica priorità). Selezionare un valore di priorità e quindi fare clic su OK.
  4. Al termine, fare clic su Apply per applicare le modifiche apportate e lasciare aperta la finestra oppure su OK per applicare le modifiche e chiudere la finestra.

Duplicare, abilitare o disabilitare, rinominare o eliminare un’applicazione

Sono disponibili le seguenti azioni:

  • Duplicate: potrebbe essere opportuno duplicare un’applicazione per creare una versione diversa con parametri o proprietà diversi. Quando si duplica un’applicazione, questa viene automaticamente rinominata con un suffisso univoco e posizionata accanto all’originale. Potrebbe anche essere opportuno duplicare un’applicazione per poi aggiungerla a un altro gruppo. Dopo la duplicazione, il modo più semplice per spostare un’applicazione è trascinarla.
  • Enable or disable: l’attivazione e la disattivazione di un’applicazione è un’azione diversa dall’attivazione e dalla disabilitazione di un gruppo di consegna o di un gruppo di applicazioni.
  • Rename: è possibile rinominare solo un’applicazione alla volta. Se si tenta di rinominare un’applicazione e ne esiste già una con lo stesso nome nella stessa cartella o nello stesso gruppo, viene richiesto di specificare un nome diverso.
  • Delete: l’eliminazione di un’applicazione la rimuove dai gruppi di consegna e dai gruppi di applicazioni a cui è stata associata, ma non dall’origine utilizzata per aggiungere l’applicazione inizialmente. L’eliminazione di un’applicazione è un’azione diversa dalla rimozione da un gruppo di consegna o da un gruppo di applicazioni.

Per duplicare, abilitare, disabilitare, rinominare o eliminare un’applicazione:

  1. Selezionare Applications (Applicazioni) nel riquadro di spostamento di Studio.
  2. Selezionare una o più applicazioni nel riquadro centrale e quindi selezionare l’attività appropriata nel riquadro Actions.
  3. Confermare l’azione, quando richiesto.

Rimuovere le applicazioni da un gruppo di consegna

Un’applicazione deve essere associata (appartenere) ad almeno un gruppo di consegna o un gruppo di applicazioni. Se si tenta di rimuovere un’applicazione da un gruppo di consegna che comporterebbe la rimozione dell’associazione di tale applicazione con qualsiasi gruppo di consegna o gruppo di applicazioni, viene notificato che l’applicazione verrà eliminata se si continua. Quando ciò accade, se si desidera distribuire l’applicazione, è necessario aggiungerla di nuovo da un’origine valida.

  1. Selezionare Gruppi di consegna nel riquadro di spostamento di Studio.
  2. Selezionare un gruppo di consegna. Nel riquadro centrale inferiore, nella scheda Applications, selezionare l’applicazione che si desidera rimuovere.
  3. Selezionare Remove Application (Rimuovi applicazione) nel riquadro Actions.
  4. Confermare la rimozione.

Rimuovere le applicazioni da un gruppo di applicazioni

Un’applicazione deve appartenere ad almeno un gruppo di consegna o un gruppo di applicazioni. Se si tenta di rimuovere un’applicazione da un gruppo di applicazioni con la conseguenza che tale applicazione non apparterrà più ad alcun gruppo, viene notificato che l’applicazione verrà eliminata se si continua. Quando ciò accade, se si desidera distribuire l’applicazione, è necessario aggiungerla di nuovo da un’origine valida.

  1. Selezionare Applications (Applicazioni) nel riquadro di spostamento di Studio.
  2. Selezionare il gruppo di applicazioni nel riquadro centrale, quindi selezionare una o più applicazioni.
  3. Selezionare Remove from Application Group (Rimuovi dal gruppo di applicazioni) nel riquadro Actions.
  4. Confermare la rimozione.

Modificare le proprietà dell’applicazione

È possibile modificare le proprietà di una sola applicazione alla volta.

Per modificare le proprietà di un’applicazione:

  1. Selezionare Applications (Applicazioni) nel riquadro di spostamento di Studio.
  2. Selezionare un’applicazione e quindi selezionare Edit Application Properties (Modifica proprietà applicazione) nel riquadro Actions.
  3. Selezionare la pagina contenente la proprietà che si desidera modificare.
  4. Al termine, fare clic su Apply per applicare le modifiche apportate e mantenere aperta la finestra oppure su OK per applicare le modifiche e chiudere la finestra.

Nell’elenco seguente, la pagina viene mostrata tra parentesi.

Proprietà Pagina
Categoria/cartella in cui viene visualizzata l’applicazione nell’app Citrix Workspace Delivery
Argomenti della riga di comando; vedere Passare parametri alle applicazioni pubblicate Location
Gruppi di consegna e gruppi di applicazioni in cui l’applicazione è disponibile Groups
Descrizione Identification
Estensioni dei nomi di file e associazione di tipi di file: quali estensioni l’applicazione apre automaticamente File Type Association
Icona Delivery
Parole chiave per StoreFront Identification
Limiti; vedere Configurare i limiti delle applicazioni Delivery
Nome: nomi visti dall’utente e dall’amministratore Identification
Percorso dell’eseguibile; vedere Passare parametri alle applicazioni pubblicate Location
Collegamento sul desktop dell’utente: abilitare o disabilitare Delivery
Visibilità: limita gli utenti che possono visualizzare l’applicazione nell’app Citrix Workspace. È comunque possibile avviare un’applicazione invisibile. Per renderla non disponibile e invisibile, aggiungerla a un gruppo diverso. Limit Visibility
Directory di lavoro Location

Le modifiche apportate alle applicazioni potrebbero non avere effetto per gli utenti correnti dell’applicazione finché non si scollegano dalle sessioni.

Configurare i limiti delle applicazioni

Si configurano i limiti delle applicazioni per facilitare la gestione dell’uso delle applicazioni. Ad esempio, è possibile utilizzare i limiti delle applicazioni per gestire il numero di utenti che accedono a un’applicazione allo stesso tempo. Analogamente, i limiti delle applicazioni possono essere utilizzati per gestire il numero di istanze simultanee delle applicazioni a uso intensivo di risorse. Tale limite può aiutare a mantenere le prestazioni del server e a prevenire il deterioramento del servizio.

Questa funzionalità limita il numero di lanci di applicazioni intermediati dal controller (ad esempio, dall’app Citrix Workspace e da StoreFront) e non il numero di applicazioni in esecuzione che possono essere avviate con altri metodi. Ciò significa che i limiti delle applicazioni assistono gli amministratori nella gestione dell’utilizzo simultaneo, ma non si applicano a tutti gli scenari. Ad esempio, i limiti delle applicazioni non possono essere applicati quando il controller è in modalità di interruzione.

Per impostazione predefinita, non c’è limite al numero di istanze di un’applicazione che possono essere eseguite allo stesso tempo. Esistono diverse impostazioni per il limite delle applicazioni. È possibile configurarne una o configurarle tutte.

  • Numero massimo di istanze simultanee dell’applicazione da parte di tutti gli utenti del gruppo di consegna.
  • Un’istanza dell’applicazione per utente all’interno del gruppo di consegna.
  • Numero massimo di istanze simultanee dell’applicazione per macchina (solo PowerShell).

Se è configurato un limite, viene generato un messaggio di errore quando un utente tenta di avviare un’istanza dell’applicazione che supererà il limite configurato. Se è configurato più di un limite, viene segnalato un errore quando viene raggiunto il primo limite.

Esempi che utilizzano i limiti delle applicazioni:

  • Limite di numero massimo di istanze simultanee: in un gruppo di consegna, è possibile configurare il numero massimo di istanze simultanee dell’applicazione Alpha su 15. Successivamente, gli utenti di quel gruppo di consegna hanno 15 istanze di tale applicazione in esecuzione allo stesso tempo. Se un utente di quel gruppo di consegna ora tenta di avviare Alpha, viene generato un messaggio di errore. L’applicazione Alpha non viene avviata perché supererebbe il limite di istanze dell’applicazione simultanee configurato (15).
  • Limite di applicazioni di una sola istanza per utente: in un altro gruppo di consegna, si abilita l’opzione di un’istanza per utente per l’applicazione Beta. L’utente Tony completa l’avvio dell’applicazione Beta. Più tardi quello stesso giorno, mentre quell’applicazione è ancora in esecuzione nella sua sessione, Tony tenta di lanciare un’altra istanza di Beta. Viene generato un messaggio di errore e l’applicazione Beta non viene avviata perché supererebbe il limite di un’istanza per utente.
  • Limiti di numero massimo di istanze simultanee e di una istanza per utente: in un altro gruppo di distribuzione, è possibile configurare un numero massimo di istanze simultanee di 10 e abilitare l’opzione di un’istanza per utente per l’applicazione Delta. Successivamente, quando 10 utenti di quel gruppo di consegna hanno ciascuno un’istanza di Delta esecuzione, qualsiasi altro utente del gruppo di consegna che tenta di avviare Delta riceverà un messaggio di errore. L’applicazione Delta non viene avviata. Se uno degli attuali 10 utenti di Delta tenta di avviare una seconda istanza di tale applicazione, questi riceverà un messaggio di errore e la seconda istanza non verrà avviata.
  • Numero massimo di istanze simultanee per macchina e utilizzo di restrizioni tag: l’applicazione Charlie ha requisiti di licenza e prestazioni che dettano quante istanze possono essere eseguite allo stesso tempo su un server specifico. Tali requisiti determinano anche quante istanze possono essere eseguite allo stesso tempo su tutti i server del sito.

    Il limite di istanze dell’applicazione per macchina influisce su qualsiasi server del sito (non solo sulle macchine di un particolare gruppo di distribuzione). Supponiamo che il proprio sito abbia tre server. Per l’applicazione Charlie, è possibile configurare il limite di istanze dell’applicazione per macchina a 2. Pertanto, non è consentito avviare più di sei istanze dell’applicazione Charlie in tutto il sito. Questo è un limite di due istanze di Charlie su ciascuno dei tre server.

    Per limitare l’utilizzo di un’applicazione solo a determinati computer all’interno di un gruppo di distribuzione (oltre a limitarne le istanze su tutte le macchine in tutto il sito):

    • Utilizzare la funzionalità di assegnazione di per queste macchine.
    • Configurare il limite di numero massimo di istanze per macchina per tale applicazione.

Se le applicazioni vengono avviate con metodi diversi dall’intermediazione del Controller (ad esempio, mentre un Controller è in modalità di interruzione) e i limiti configurati vengono superati, gli utenti non possono avviare più istanze fino a quando non chiudono istanze sufficienti a non superare più i limiti. Le istanze che hanno superato il limite non vengono arrestate forzatamente. Sarà consentito continuare fino a quando i loro utenti non le chiudono.

Se si disabilita il roaming di sessione, disabilitare il limite di una istanza dell’applicazione per utente. Se si abilita il limite di una istanza dell’applicazione per utente, non configurare nessuno dei due valori che consentono nuove sessioni su nuovi dispositivi. Per informazioni sul roaming, vedere Sessioni.

Per configurare il limite massimo di istanze per gruppo di consegna e il limite di una istanza per utente:

  1. Selezionare Applications nel riquadro di navigazione di Studio e quindi selezionare un’applicazione.
  2. Selezionare Edit Application Properties (Modifica proprietà dell’applicazione) nel riquadro Actions.
  3. Nella pagina Delivery (Consegna), scegliere una delle seguenti opzioni.

    • Allow unlimited use of the application (Consenti l’uso illimitato dell’applicazione). Non c’è limite al numero di istanze in esecuzione allo stesso tempo. Questa è l’impostazione predefinita.
    • Set limits for the application (Imposta limiti per l’applicazione). Esistono due tipi di limite; specificarne uno o entrambi.
      • Specificare il numero massimo di istanze che possono essere eseguite allo stesso tempo
      • Limitare a un’istanza dell’applicazione per utente
  4. Fare clic su OK per applicare la modifica e chiudere la finestra di dialogo oppure su Apply per applicare la modifica e lasciare aperta la finestra di dialogo.

Per configurare il limite massimo di istanze per macchina (solo PowerShell):

  • In PowerShell (utilizzando Remote PowerShell SDK per le distribuzioni Citrix Cloud o PowerShell SDK per le distribuzioni locali), immettere il cmdlet BrokerApplication appropriato con il parametro MaxPerMachineInstances.
  • Per istruzioni, utilizzare il cmdlet Get-Help. Ad esempio:

    Get-Help Set-BrokerApplication –Parameter MaxPerMachineInstances

Passare parametri alle applicazioni pubblicate

Utilizzare la pagina Location delle proprietà di un’applicazione per immettere la riga di comando e passare i parametri alle applicazioni pubblicate.

Quando si associa un’applicazione pubblicata a tipi di file, i simboli “%*” (simboli di percentuale e asterisco tra virgolette) vengono aggiunti alla fine della riga di comando per l’applicazione. Questi simboli fungono da segnaposto per i parametri passati ai dispositivi utente.

Se un’applicazione pubblicata non viene avviata quando è previsto, verificare che la riga di comando contenga i simboli corretti. Per impostazione predefinita, i parametri forniti dai dispositivi utente vengono convalidati quando vengono aggiunti i simboli “%*”. Per le applicazioni pubblicate che utilizzano parametri personalizzati forniti dal dispositivo utente, vengono aggiunti i simboli “%**” alla riga di comando per ignorare la convalida della riga di comando. Se questi simboli non sono presenti in una riga di comando per l’applicazione, aggiungerli manualmente.

Se il percorso del file eseguibile include nomi di directory con spazi (ad esempio “C:\Program Files”), racchiudere la riga di comando dell’applicazione tra virgolette per indicare che lo spazio appartiene alla riga di comando. Per fare ciò, aggiungere virgolette attorno al percorso e un altra coppia di virgolette attorno ai simboli %*. Assicurarsi di includere uno spazio tra le virgolette di chiusura per il percorso e tra le virgolette di apertura per i simboli %*.

Ad esempio, la riga di comando per l’applicazione pubblicata Windows Media Player è:

“C:\Program Files\Windows Media Player\mplayer1.exe” “%*”

Gestire le cartelle delle applicazioni

Per impostazione predefinita, le nuove applicazioni aggiunte vengono inserite in una cartella denominata Applications. È possibile specificare una cartella diversa quando si crea il gruppo di consegna, quando si aggiunge un’applicazione o successivamente.

Buono a sapersi:

  • Non è possibile rinominare o eliminare la cartella Applications, ma è possibile spostare tutte le applicazioni in essa contenute in altre cartelle che si sono create.
  • Il nome di una cartella può contenere 1-64 caratteri. Gli spazi sono consentiti.
  • Le cartelle possono essere nidificate fino a cinque livelli.
  • Le cartelle non devono necessariamente contenere applicazioni. Sono consentite le cartelle vuote.
  • Le cartelle sono elencate alfabeticamente in Studio, a meno che non le si sposti o si specifichi una posizione diversa durante la creazione.
  • È possibile avere più cartelle con lo stesso nome, purché si trovino in cartelle di livello superiore diverse. Allo stesso modo, è possibile avere più applicazioni con lo stesso nome, purché si trovino in cartelle diverse.
  • È necessario disporre dell’autorizzazione View Applications per visualizzare le applicazioni nelle cartelle ed è necessario disporre dell’autorizzazione Edit Application Properties su tutte le applicazioni della cartella per rimuovere, rinominare o eliminare una cartella contenente applicazioni.
  • La maggior parte delle procedure seguenti richiede azioni eseguibili nel riquadro Actions di Studio. In alternativa, è possibile utilizzare i menu di scelta rapida o trascinare l’elemento. Ad esempio, se si crea o si sposta una cartella in una posizione diversa da quella desiderata, è possibile trascinarla nella posizione corretta.

Per gestire le cartelle delle applicazioni, selezionare Applications nel riquadro di navigazione di Studio. Per istruzioni, utilizzare il seguente elenco.

  • Per visualizzare tutte le cartelle (escluse le cartelle nidificate): fare clic su Show all (Mostra tutto) sopra l’elenco delle cartelle.
  • Per creare una cartella al livello più alto (non nidificata): selezionare la cartella Applications. Per posizionare la nuova cartella in una cartella esistente diversa da Applications, selezionare quella cartella. Quindi, selezionare Create Folder (Crea cartella) nel riquadro Actions. Inserire un nome.
  • Per spostare una cartella: selezionare la cartella e quindi selezionare Move Folder (Sposta cartella) nel riquadro Actions. È possibile spostare solo una cartella alla volta, a meno che la cartella non contenga cartelle nidificate. Il modo più semplice per spostare una cartella è trascinarla.
  • Per rinominare una cartella: selezionare la cartella, quindi selezionare Rename Folder (Rinomina cartella) nel riquadro Actions. Inserire un nome.
  • Per eliminare una cartella: selezionare la cartella e quindi selezionare Delete Folder (Elimina cartella) nel riquadro Actions. Quando si elimina una cartella che contiene applicazioni e altre cartelle, vengono eliminati anche tali oggetti. L’eliminazione di un’applicazione rimuove l’assegnazione dell’applicazione dal gruppo di consegna. Tt non la rimuove dalla macchina.
  • Per spostare le applicazioni in una cartella: selezionare una o più applicazioni. Quindi selezionare Move Application (Sposta applicazione) nel riquadro Actions. Selezionare la cartella.

È inoltre possibile inserire le applicazioni che si stanno aggiungendo in una cartella nella pagina Application durante la creazione di un gruppo di consegna o di un gruppo di applicazioni. Per impostazione predefinita, le applicazioni aggiunte vanno nella cartella Applications. Fare clic su Change (Modifica) per selezionare o creare una cartella.

Controllare l’avvio locale delle applicazioni sui desktop pubblicati

Quando gli utenti avviano un’applicazione pubblicata da un desktop pubblicato, è possibile controllare se l’applicazione viene avviata in quella sessione desktop o come applicazione pubblicata. L’app Citrix Workspace cerca il percorso di installazione dell’applicazione nel Registro di sistema di Windows sul VDA e, se presente, avvia l’istanza locale dell’applicazione. In caso contrario, viene avviata un’istanza ospitata dell’applicazione. Se si avvia un’applicazione non installata sul VDA, viene avviata l’applicazione ospitata. Per ulteriori informazioni, vedere Avvio di vPrefer.

In PowerShell (utilizzando Remote PowerShell SDK nelle distribuzioni Citrix Cloud o PowerShell SDK nelle distribuzioni locali), è possibile modificare questa azione.

Nell’applicazione New-Broker o nel cmdlet Set-BrokerApplication, utilizzare l’opzione LocalLaunchDisabled. Ad esempio:

Set-BrokerApplication -LocalLaunchDisabled <Boolean>

Per impostazione predefinita, il valore di questa opzione è false (-LocalLaunchDisabled $false). Quando si avvia un’applicazione pubblicata da un desktop pubblicato, l’applicazione viene avviata in quella sessione desktop.

Se si imposta il valore dell’opzione su true (-LocalLaunchDisabled $true), viene avviata l’applicazione pubblicata. In questo modo viene creata una sessione aggiuntiva separata dal desktop pubblicato (utilizzando l’app Citrix Workspace per Windows) dell’applicazione pubblicata.

Requisiti e limiti:

  • Il valore ApplicationType dell’applicazione deve essere HostedOnDesktop.
  • Questa opzione è disponibile solo tramite l’apposito SDK PowerShell. Al momento non è disponibile nell’interfaccia grafica di Studio.
  • Questa opzione richiede come minimo: StoreFront 3.14, Citrix Receiver per Windows 4.11 e Delivery Controller 7.17.