Citrix Virtual Apps and Desktops

Aggiornamento e migrazione

Introduzione

L’aggiornamento modifica la distribuzione in Citrix Virtual Apps and Desktops 7 Versione corrente (CR) senza dover configurare nuovi computer o siti. Questo è noto come aggiornamento sul posto.

L’aggiornamento consente di accedere alle funzionalità e alle tecnologie più recenti per le quali si è idonei. Gli aggiornamenti possono anche contenere correzioni, chiarimenti e miglioramenti delle versioni precedenti.

Panoramica dell’aggiornamento

  1. Leggere l’articolo Aggiornare una distribuzione prima di iniziare l’aggiornamento. Questa è la fonte di informazioni principale per imparare a prepararsi per un aggiornamento e per implementarlo.
  2. Completare la guida alla preparazione.
  3. Eseguire i programmi di installazione per aggiornare i componenti principali.
  4. Aggiornare i database di sistema e il sito.
  5. Aggiornare i VDA sulle immagini (o direttamente sulle macchine).
  6. Aggiornare gli altri componenti.

Ogni fase di preparazione e aggiornamento è illustrata in dettaglio in Aggiornare una distribuzione.

Versioni che è possibile aggiornare

La Guida all’aggiornamento Citrix elenca le versioni di Citrix Virtual Apps and Desktops (e XenApp e XenDesktop) da cui è possibile eseguire l’aggiornamento.

Domande frequenti

In questa sezione si trovano le risposte ad alcune domande frequenti sull’aggiornamento di Citrix Virtual Apps and Desktops.

  • Qual è l’ordine corretto per aggiornare l’ambiente Virtual Apps and Desktops?

    Per un’illustrazione e una descrizione della sequenza di aggiornamento consigliata, vedere Sequenza di aggiornamento e Procedura di aggiornamento.

  • Il mio sito comprende svariati Delivery Controller (in diverse zone). Cosa succede se aggiorno solo alcuni di essi? Devo aggiornare tutti i Controller presenti nel sito durante la stessa sessione di manutenzione?

    La procedura migliore consiste nell’aggiornare tutti i Delivery Controller durante la stessa sessione di manutenzione, poiché vari servizi presenti in ciascun Controller comunicano tra loro. Mantenere versioni diverse potrebbe causare problemi. Durante una sessione di manutenzione, si consiglia di aggiornare metà dei Controller, aggiornare il sito e quindi aggiornare i Controller rimanenti Per ulteriori informazioni, vedere Procedura di aggiornamento.

  • Posso passare direttamente alla versione più recente o devo eseguire aggiornamenti incrementali?

    È quasi sempre possibile eseguire l’aggiornamento alla versione più recente saltando le versioni intermedie, a meno che non sia esplicitamente indicato nell’articolo Novità della versione a cui si effettua l’aggiornamento. Vedere la Guida all’aggiornamento.

  • Un cliente può eseguire l’aggiornamento da un ambiente LTSR (Long Term Service Release) a una versione corrente?

    Sì. I clienti non sono tenuti a continuare a utilizzare una LTSR per un periodo prolungato. I clienti possono spostare un ambiente LTSR a una versione corrente, in base ai requisiti e alle caratteristiche dell’azienda.

  • Sono consentite versioni miste dei componenti?

    All’interno di ogni sito, Citrix consiglia di aggiornare tutti i componenti alla stessa versione. Sebbene sia possibile utilizzare versioni precedenti di alcuni componenti, così facendo potrebbero non essere disponibili tutte le funzionalità della versione più recente. Per ulteriori informazioni, vedere Considerazioni sull’ambiente misto.

  • Con quale frequenza deve essere aggiornata una versione corrente?

    Le versioni correnti raggiungono la fine della manutenzione (EOM) 6 mesi dopo la data di rilascio. Citrix consiglia ai clienti di adottare l’ultima versione corrente. Le versioni correnti raggiungono la fine del ciclo di vita (EOL) 18 mesi dopo la data di rilascio. Per ulteriori informazioni, vedere Ciclo di vita della versione corrente.

  • Cosa è consigliato: aggiornamento a LTSR o CR?

    Le versioni correnti (CR) offrono le funzionalità di virtualizzazione di app, desktop e server più recenti e innovative. Questo permette di continuare a utilizzare tecnologia all’avanguardia e di rimanere un passo avanti rispetto alla concorrenza.

    Le LTSR (Long Term Service Release) sono ideali per ambienti di produzione aziendali di grandi dimensioni che preferiscono mantenere la stessa versione di base per un periodo prolungato.

    Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di manutenzione.

  • Devo aggiornare le mie licenze?

    Assicurarsi che la data della licenza corrente non sia scaduta e che sia valida per la versione a cui si sta eseguendo l’aggiornamento. Vedere CTX111618. Per informazioni sul rinnovo, vedere Licenze di rinnovo di Customer Success Services.

  • Quanto tempo richiede un aggiornamento?

    Il tempo necessario per aggiornare una distribuzione varia a seconda dell’infrastruttura e della rete. Quindi, non possiamo fornire una durata esatta.

  • Quali sono le migliori pratiche?

    Assicurarsi di comprendere e seguire la guida alla preparazione.

  • Quali sistemi operativi sono supportati?

    L’articolo Requisiti di sistema relativo alla versione a cui si sta eseguendo l’aggiornamento elenca i sistemi operativi supportati.

    Se la distribuzione corrente utilizza sistemi operativi non più supportati, vedere Sistemi operativi precedenti.

  • Quali versioni di VMware vSphere (vCenter + ESXi) sono supportate?

    CTX131239 elenca gli host e le versioni supportati, oltre a collegamenti a problemi noti.

  • La mia versione quando raggiunge l’EOL?

    Controllare la Matrice dei prodotti.

  • Quali sono i problemi noti dell’ultima versione?

Ulteriori informazioni

Gli aggiornamenti della distribuzione di Long Term Service Release (LTSR) utilizzano gli aggiornamenti cumulativi (CU). Un CU aggiorna i componenti di base di LTSR e ogni CU include il proprio metainstaller.

Ogni CU ha una documentazione dedicata. Ad esempio, per LTSR 7.15, seguire il collegamento alla pagina What’s new (Novità) di LTSR per visualizzare l’ultimo CU. Ogni pagina CU include informazioni sulla versione supportata, istruzioni e un collegamento al pacchetto di download del CU.

Migrazione

Migrazione al cloud

È possibile utilizzare lo strumento di configurazione automatica per Citrix Virtual Apps and Desktops per eseguire la migrazione della distribuzione locale nel cloud. Per ulteriori informazioni, vedere Migrazione al cloud.

Migrazione legacy

La migrazione consente di spostare i dati da una distribuzione precedente a una versione più recente. Il processo include l’installazione di componenti più recenti e la creazione di un nuovo sito, l’esportazione di dati dalla farm precedente e quindi l’importazione dei dati nel nuovo sito.

Non sono disponibili strumenti o script supportati per la migrazione delle versioni XenApp e XenDesktop o per la migrazione delle versioni precedenti di Citrix Virtual Apps and Desktops. L’aggiornamento è supportato per le versioni di Citrix Virtual Apps and Desktops elencate nella Guida all’aggiornamento Citrix e descritte in questa documentazione del prodotto.

Per i contenuti di migrazione XenApp 6.x precedenti, vedere quanto segue. Né gli script né gli articoli sono supportati né sottoposti a manutenzione.

Aggiornamento e migrazione