Citrix DaaS

SDK e API

SDK Remote PowerShell Citrix DaaS

Remote PowerShell SDK automatizza le attività complesse e ripetitive. Fornisce il meccanismo per configurare e gestire l’ambiente Citrix DaaS (in precedenza chiamato servizio Citrix Virtual Apps and Desktops) senza utilizzare le interfacce utente Manage (Gestisci).

Questo prodotto supporta le versioni di PowerShell dalla 3 alla 5.

Nota:

Le versioni precedenti di Remote PowerShell SDK sono ora deprecate. Se si utilizza una versione deprecata, l’SDK smette di funzionare e viene visualizzato un messaggio di errore in cui si richiede di scaricare la versione corrente. In tal caso, scaricare l’ultimo SDK Remote PowerShell dal sito Web di Citrix.

In che modo questo SDK si differenzia dall’SDK per le distribuzioni gestite dal cliente

In una distribuzione Citrix DaaS installata e gestita dagli amministratori dei clienti, tali amministratori eseguono cmdlet e script in un sito contenente VDA e Delivery Controller all’interno di una struttura di dominio comune. Al contrario, Citrix DaaS suddivide rispettivamente i VDA e i controller in una posizione risorsa e nel piano di controllo. Questa divisione significa che l’SDK PowerShell Citrix DaaS originale non funziona in un ambiente Citrix DaaS. Non può attraversare il limite di sicurezza dalla posizione della risorsa al piano di controllo.

La soluzione è l’SDK Remote PowerShell Citrix DaaS. Quando viene eseguito nella posizione della risorsa, Remote PowerShell SDK accede al piano di controllo come se fosse locale. Questo fornisce le stesse funzionalità di un singolo sito Citrix DaaS. Esiste solo il livello di comunicazione non visibile più basso, migliorato per funzionare in un singolo sito locale o nell’ambiente cloud. I cmdlet sono gli stessi e la maggior parte degli script esistenti rimane invariata.

Il cmdlet Get-XdAuthentication fornisce l’autorizzazione ad attraversare la posizione sicura delle risorse per controllare il limite del piano. Per impostazione predefinita, Get-XdAuthentication chiede agli utenti le credenziali CAS e si deve eseguire una volta per sessione di PowerShell. In alternativa, l’utente può definire un profilo di autenticazione utilizzando un Secure Client di accesso API, creato nella console Citrix Cloud. In entrambi i casi, le informazioni di sicurezza persistono per l’utilizzo nelle successive chiamate di PowerShell SDK. Se questo cmdlet non viene eseguito in modo esplicito, viene invocato dal primo cmdlet di PowerShell SDK.

Installare e utilizzare Remote PowerShell SDK

Requisiti e considerazioni:

Nota:

Non installare Remote PowerShell SDK su un computer Citrix Cloud Connector. Può essere installato su qualsiasi computer collegato al dominio all’interno della stessa posizione delle risorse.

Citrix consiglia di non eseguire i cmdlet di questo SDK su Cloud Connector. Il funzionamento dell’SDK non coinvolge i connettori cloud.

Se si dispone anche di una distribuzione Citrix Virtual Apps and Desktops (oltre alla distribuzione Citrix DaaS), non installare l’SDK Remote PowerShell su una macchina on-premise del Delivery Controller.

  • Verificare che sulla macchina sia disponibile PowerShell 3.0, 4.0 o 5.0.
  • Il programma di installazione SDK scarica e installa .NET Framework 4.8 (o una versione successiva supportata) se non è già installato.
  • Se sulla macchina è già installato Citrix Virtual Apps and Desktops SDK, rimuovere tale SDK (da Programmi e funzionalità di Windows) prima di installare Remote PowerShell SDK.
  • Per un ambiente automatizzato, utilizzare il parametro -quiet per installare l’SDK senza l’input dell’utente.

Per installare Remote PowerShell SDK:

  1. Dalla pagina di download scaricare Remote PowerShell SDK per Virtual Apps and Desktops.
  2. Installare ed eseguire l’SDK.

Vengono creati registri di installazione in %TEMP%\CitrixLogs\CitrixPoshSdk. I registri possono aiutare a risolvere i problemi di installazione.

Eseguire l’SDK su un computer collegato a un dominio all’interno della posizione di quella risorsa:

  • Aprire un prompt dei comandi di PowerShell. Non è necessario eseguirlo come amministratore.
  • Se si desidera utilizzare lo snap-in (anziché il modulo), aggiungere lo snap-in utilizzando il cmdlet Add-PSSnapin (o asnp).
  • È possibile eseguire l’autenticazione esplicita utilizzando il cmdlet Get-XdAuthentication. Oppure, eseguire il primo comando dell’SDK Remote PowerShell, che richiede la stessa autenticazione di Get-XdAuthentication.
  • Per ignorare il prompt di autenticazione, è possibile utilizzare il cmdlet Set-XdCredentials per creare un profilo di autenticazione predefinito, utilizzando un Secure Client creato nella console di Citrix Cloud.
  • Continuare a eseguire i cmdlet di PowerShell SDK o gli script di automazione di PowerShell SDK. Vedere un esempio.

Per disinstallare l’SDK Remote PowerShell, dalla funzionalità Windows per la rimozione o la modifica dei programmi selezionare Citrix Virtual Apps and Desktops Remote PowerShell SDK (SDK Remote PowerShell Citrix Virtual Apps and Desktops). Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Uninstall. Seguire le istruzioni della finestra di dialogo.

Attività di esempio

Fra le attività comuni è inclusa l’impostazione di cataloghi di macchine, applicazioni e utenti. Di seguito è riportato uno script di esempio.

    $users = "xd.local\Domain Users"

    $TSVDACatalogName = "TSVDA"

    $TSVDADGName = "TSVDA"

    $TSVDAMachineName = "xd\ds-tsvda2"

    #Create TSVDA Catalog

    $brokerUsers = New-BrokerUser -Name $users

    $catalog = New-BrokerCatalog -Name $TSVDACatalogName -AllocationType "Random" -Description $TSVDACatalogName -PersistUserChanges "OnLocal" -ProvisioningType "Manual" -SessionSupport "MultiSession" -MachinesArePhysical $true

    #Add TSVDA Machine to Catalog

    $BrokeredMachine = New-BrokerMachine -MachineName $TSVDAMachineName -CatalogUid $catalog.uid

    #Create new desktops & applications delivery group

    $dg = New-BrokerDesktopGroup -Name $TSVDADGName -PublishedName $TSVDADGName -DesktopKind "Shared" -SessionSupport "MultiSession" -DeliveryType DesktopsAndApps -Description $TSVDADGName

    #Create notepad application

    New-BrokerApplication -ApplicationType HostedOnDesktop -Name "Notepad" -CommandLineExecutable "notepad.exe" -DesktopGroup $dg

    #Assign users to desktops and applications

    New-BrokerEntitlementPolicyRule -Name $TSVDADGName -DesktopGroupUid $dg.Uid -IncludedUsers $brokerUsers -description $TSVDADGName

    New-BrokerAccessPolicyRule -Name $TSVDADGName -IncludedUserFilterEnabled $true -IncludedUsers $brokerUsers -DesktopGroupUid $dg.Uid -AllowedProtocols @("HDX","RDP")

    New-BrokerAppEntitlementPolicyRule -Name $TSVDADGName -DesktopGroupUid $dg.Uid -IncludedUsers $brokerUsers -description $TSVDADGName

    #Add machine to delivery group

    Add-BrokerMachine -MachineName $TSVDAMachineName -DesktopGroup $dg
<!--NeedCopy-->

Supporto e limitazioni

In questa versione sono supportati i seguenti moduli Citrix Virtual Apps and Desktops PowerShell:

  • Broker
  • Identità di Active Directory (AD)
  • Creazione di macchine
  • Configurazione
  • Registrazione della configurazione
  • Host
  • Amministrazione delegata
  • Analisi

Per informazioni dettagliate sui cmdlet, vedere Citrix Virtual Apps and Desktops SDK.

Dopo l’autenticazione, l’accesso remoto rimane valido nella sessione di PowerShell corrente per 24 ore. Una volta trascorse, è necessario inserire le credenziali.

Remote PowerShell SDK deve essere eseguito su un computer all’interno della posizione della risorsa.

I seguenti cmdlet sono disabilitati nelle operazioni remote per mantenere l’integrità e la sicurezza del piano di controllo Citrix Cloud.

Citrix.ADIdentity.Admin.V2:

  • Copy-AcctIdentityPool
  • Get-AcctDBConnection
  • Get-AcctDBSchema
  • Get-AcctDBVersionChangeScript
  • Get-AcctInstalledDBVersion
  • Remove-AcctServiceMetadata
  • Reset-AcctServiceGroupMembership
  • Set-AcctDBConnection
  • Set-AcctServiceMetadata
  • Set-AcctADAccountUserCert
  • Test-AcctDBConnection

Citrix.Analytics.Admin.V1:

  • Get-AnalyticsDBConnection
  • Get-AnalyticsDBSchema
  • Get-AnalyticsDBVersionChangeScript
  • Get-AnalyticsInstalledDBVersion
  • Import-AnalyticsDataDefinition
  • Remove-AnalyticsServiceMetadata
  • Reset-AnalyticsServiceGroupMembership
  • Set-AnalyticsDBConnection
  • Set-AnalyticsServiceMetadata
  • Set-AnalyticsSite
  • Set-AnalyticsDBConnection

Citrix.DelegatedAdmin.Admin.V1:

  • Add-AdminRight
  • Get-AdminDBConnection
  • Get-AdminDBSchema
  • Get-AdminDBVersionChangeScript
  • Get-AdminInstalledDBVersion
  • Import-AdminRoleConfiguration
  • New-AdminAdministrator
  • Remove-AdminAdministrator
  • Remove-AdminAdministratorMetadata
  • Remove-AdminRight
  • Remove-AdminServiceMetadata
  • Reset-AdminServiceGroupMembership
  • Set-AdminAdministrator
  • Set-AdminAdministratorMetadata
  • Set-AdminDBConnection
  • Set-AdminServiceMetadata
  • Test-AdminDBConnection

Citrix.Broker.Admin.V2:

  • Get-BrokerDBConnection
  • Get-BrokerDBSchema
  • Get-BrokerDBVersionChangeScript
  • Get-BrokerInstalledDBVersion
  • Get-BrokerLease
  • Get-BrokerController
  • New-BrokerMachineConfiguration
  • Remove-BrokerControllerMetadata
  • Remove-BrokerLease
  • Remove-BrokerLeaseMetadata
  • Remove-BrokerMachineConfigurationMetadata
  • Remove-BrokerMachineConfiguration
  • Remove-BrokerSiteMetadata
  • Remove-BrokerUserFromApplication
  • Reset-BrokerLicensingConnection
  • Reset-BrokerServiceGroupMembership
  • Set-BrokerControllerMetadata
  • Set-BrokerDBConnection
  • Set-BrokerLeaseMetadata
  • Set-BrokerMachineConfiguration
  • Set-BrokerMachineConfigurationMetadata
  • Set-BrokerSiteMetadata
  • Test-BrokerDBConnection
  • Test-BrokerLicenseServer
  • Update-BrokerBrokerLocalLeaseCache

Citrix.Configuration.Admin.V2:

  • Export-ConfigFeatureTable
  • Get-ConfigDBConnection
  • Get-ConfigDBSchema
  • Get-ConfigDBVersionChangeScript
  • Get-ConfigInstalledDBVersion
  • Get-ConfigServiceGroup
  • Import-ConfigFeatureTable
  • Register-ConfigServiceInstance
  • Remove-ConfigRegisteredServiceInstanceMetadata
  • Remove-ConfigServiceGroup
  • Remove-ConfigServiceGroupMetadata
  • Remove-ConfigServiceMetadata
  • Remove-ConfigSiteMetadata
  • Reset-ConfigServiceGroupMembership
  • Set-ConfigDBConnection
  • Set-ConfigRegisteredServiceInstance
  • Set-ConfigRegisteredServiceInstanceMetadata
  • Set-ConfigServiceGroupMetadata
  • Set-ConfigServiceMetadata
  • Set-ConfigSite
  • Set-ConfigSiteMetadata
  • Test-ConfigDBConnection
  • Unregister-ConfigRegisteredServiceInstance

Citrix.Host.Admin.V2:

  • Get-HypDBConnection
  • Get-HypDBSchema
  • Get-HypDBVersionChangeScript
  • Get-HypInstalledDBVersion
  • Remove-HypServiceMetadata
  • Reset-HypServiceGroupMembership
  • Set-HypDBConnection
  • Set-HypServiceMetadata
  • Test-HypDBConnection

Citrix.ConfigurationLogging.Admin.V1:

  • Get-LogDBConnection
  • Get-LogDBSchema
  • Get-LogDBVersionChangeScript
  • Get-LogInstalledDBVersion
  • Remove-LogOperation
  • Remove-LogServiceMetadata
  • Remove-LogSiteMetadata
  • Reset-LogDataStore
  • Reset-LogServiceGroupMembership
  • Set-LogDBConnection
  • Set-LogServiceMetadata
  • Set-LogSite
  • Set-LogSiteMetadata
  • Test-LogDBConnection

Citrix.MachineCreation.Admin.V2:

  • Get-ProvDBConnection
  • Get-ProvDBSchema
  • Get-ProvDBVersionChangeScript
  • Get-ProvInstalledDBVersion
  • Get-ProvServiceConfigurationData
  • Remove-ProvServiceConfigurationData
  • Remove-ProvServiceMetadata
  • Reset-ProvServiceGroupMembership
  • Set-ProvDBConnection
  • Set-ProvServiceMetadata
  • Test-ProvDBConnection

Citrix.EnvTest.Admin.V1:

  • Get-EnvTestDBConnection
  • Get-EnvTestDBSchema
  • Get-EnvTestDBVersionChangeScript
  • Get-EnvTestInstalledDBVersion
  • Remove-EnvTestServiceMetadata
  • Reset-EnvTestServiceGroupMembership
  • Set-EnvTestDBConnection
  • Set-EnvTestServiceMetadata
  • Test-EnvTestDBConnection

Citrix.Monitor.Admin.V1:

  • Get-MonitorConfiguration
  • Get-MonitorDBConnection
  • Get-MonitorDBSchema
  • Get-MonitorDBVersionChangeScript
  • Get-MonitorDataStore
  • Get-MonitorDataStore
  • Get-MonitorInstalledDBVersion
  • Remove-MonitorServiceMetadata
  • Reset-MonitorDataStore
  • Reset-MonitorServiceGroupMembership
  • Set-MonitorConfiguration
  • Set-MonitorDBConnection
  • Set-MonitorServiceMetadata
  • Test-MonitorDBConnection

Citrix.Storefront.Admin.V1:

  • Build-SfCluster
  • Get-SfClusters
  • Get-SfDBConnection
  • Get-SfDBSchema
  • Get-SfDBVersionChangeScript
  • Get-SfInstalledDBVersion

Modulo di rilevamento Citrix DaaS per pacchetti e server App-V

Citrix DaaS è in grado di fornire le applicazioni contenute nei pacchetti App-V agli endpoint utilizzando uno dei seguenti metodi:

  • Metodo di gestione single admin (accesso ai pacchetti da una condivisione di rete)
  • Metodo di gestione dual admin (accesso ai pacchetti da un server di gestione Microsoft App-V)

Il processo di registrazione dei pacchetti App-V, della gestione di Microsoft App-V e dei server di pubblicazione con la libreria applicazioni mediante Citrix DaaS differisce leggermente dalla registrazione dei pacchetti utilizzando una distribuzione on-premise. Tuttavia, il processo di assegnazione delle applicazioni agli utenti e del loro avvio sull’endpoint di un utente è identico.

La console di gestione di Citrix DaaS in Citrix Cloud non è in grado di visualizzare i file in una posizione risorsa. Inoltre, non è in grado di rilevare direttamente i pacchetti App-V o i server Microsoft App-V presenti nell’infrastruttura. Il modulo di rilevamento fornisce funzioni che rilevano le informazioni sui pacchetti App-V nell’infrastruttura on-premise e caricano le informazioni sul pacchetto in Citrix DaaS. Le informazioni sui pacchetti includono i pacchetti App-V, i server Microsoft App-V e le app contenute nei pacchetti.

Il modulo di individuazione utilizza Remote PowerShell SDK per Virtual Apps and Desktops. È in grado di rilevare le informazioni sui pacchetti da una condivisione di rete o da un server di gestione Microsoft App-V. È possibile utilizzare il modulo di rilevamento su una macchina nella posizione delle risorse.

Prerequisiti per l’utilizzo del modulo di rilevamento:

  • Verificare che PowerShell 3.0 o versione successiva sia disponibile sul computer.
  • Verificare che Remote PowerShell SDK di Citrix Virtual Apps and Desktops sia installato sul computer.
  • Verificare di avere accesso alla condivisione di rete contenente i pacchetti App-V.
  • Verificare di avere accesso al server in cui sono installati i Citrix Cloud Connector e su cui è ospitato il server di gestione Microsoft App-V.

Aggiungere pacchetti App-V alla libreria delle applicazioni in Citrix Cloud

La procedura seguente è valida per aggiungere pacchetti App-V da condivisioni di rete (gestione single admin) e aggiungere tutti i pacchetti App-V pubblicati da Microsoft App-V Management Server (gestione dual admin). Con il metodo di gestione dual admin, è necessario gestire i pacchetti App-V aggiunti proprio come si fa quando si utilizza il metodo di gestione single admin.

  1. Scaricare il modulo di individuazione dalla pagina dei download di Citrix DaaS https://www.citrix.com/downloads/citrix-cloud/product-software/xenapp-and-xendesktop-service.html. Estrarre il file zip Citrix.Cloud.AppLibrary.Admin.v1.psm1 in una cartella a portata di mano.

    Nota:

    Questo file è disponibile anche nell’ISO di Citrix Virtual Apps and Desktops contenuto in Support\Tools\Scripts. È possibile copiarlo localmente o inserire un collegamento diretto all’unità CD.

  2. Verificare che Remote PowerShell SDK di Virtual Apps and Desktops sia installato sul computer.

  3. Passare alla cartella contenente il modulo di individuazione. Nella finestra di PowerShell digitare il percorso completo della cartella contenente il modulo di individuazione e quindi premere Invio.

  4. Importare il modulo di rilevamento con il comando Import-Module.\Citrix.Cloud.AppLibrary.Admin.v1.psm1.

  5. Aggiungere i pacchetti App-V alla libreria applicazioni in Citrix Cloud utilizzando uno dei seguenti metodi.

    • Per aggiungere pacchetti App-V da una condivisione di rete, eseguire il cmdlet PowerShell: Import-AppVPackageToCloud.

      Ad esempio: Import-AppVPackageToCloud –PackagePath \\AppVSrv\share\Notepad++.appv

      Per la guida dei cmdlet, digitare Get-Help Import-AppVPackageToCloud.

    • Per aggiungere pacchetti App-V da un server di gestione Microsoft App-V, eseguire il cmdlet PowerShell: Import-AppVPackagesFromManagementServerToCloud

      Ad esempio: Import-AppVPackagesFromManagementServerToCloud –ManagementSrvFQDN AppVMngSrv.domain.local

      Per la guida del cmdlet, digitare Get-Help Import-AppVPackagesFromManagementServerToCloud

      Questo comando importa tutti i pacchetti App-V pubblicati dal server di gestione Microsoft App-V a Citrix Cloud.

      Dopo aver aggiunto i pacchetti App-V a Citrix Cloud, è necessario gestirli come si fa utilizzando il metodo di gestione single admin.

  6. Accedere a Citrix Cloud. Selezionare il cliente di destinazione. Una volta eseguito correttamente lo script, i pacchetti App-V vengono aggiunti alla libreria delle applicazioni in Citrix Cloud.

Rimuovere un pacchetto App-V dalla libreria applicazioni in Citrix Cloud

Per rimuovere un pacchetto App-V dalla libreria applicazioni in Citrix Cloud, vedere Rimuovere un pacchetto App-V dalla libreria applicazioni nelle distribuzioni locali.

Funzioni PowerShell di alto livello

Il modulo contiene le seguenti funzioni di alto livello che è possibile richiamare dal proprio script PowerShell:

  • Import-AppVPackageToCloud -PackagePath <Full UNC path to App-V package>

    Rileva e carica su Citrix DaaS tutte le informazioni necessarie per pubblicare le applicazioni da un singolo pacchetto App-V.

  • Import-AppVPackagesFromManagementServerToCloud -ManagementSrvFQDN <FQDN of a Microsoft App-V Management Server>

    Individua i percorsi UNC dei pacchetti pubblicati dal server di gestione e richiama Import-AppVPackageToCloud per ciascuno di essi a turno.

    I pacchetti rilevati in questo modo vengono caricati in Citrix DaaS utilizzando il metodo di gestione a singolo amministratore. Citrix DaaS non è in grado di fornire pacchetti utilizzando il metodo di gestione a doppio amministratore.

  • Import-AppVDualAdminToCloud -ManagementSrvUrl <URL of a Microsoft App-V Management Server> -PublishingServerUrl <URL of a Microsoft App-V Publishing Server>

    Rileva il server di gestione e pubblicazione di Microsoft App-V e ne importa il contenuto nella libreria applicazioni. Questo cmdlet importa tutti i pacchetti gestiti utilizzando il server di gestione Microsoft App-V e le informazioni correlate. È possibile aggiungere e rimuovere server tramite PowerShell.

    Questo cmdlet aggiunge pacchetti App-V in modalità dual admin. Vengono importati solo i pacchetti App-V pubblicati sul server di gestione Microsoft App-V a cui sono stati aggiunti gruppi AD. Se si apportano modifiche al server di gestione Microsoft App-V, eseguire nuovamente questo cmdlet per sincronizzare la libreria applicazioni con il server di gestione Microsoft App-V.

  • Remove-AppVServerFromCloud -ManagementSrvUrl <URL of a Microsoft App-V Management Server> -PublishingServerUrl <URL of a Microsoft App-V Publishing Server>

    Rimuove i server di gestione e pubblicazione di Microsoft App-V aggiunti alla libreria applicazioni.

    Questo cmdlet rimuove i server di gestione e pubblicazione Microsoft App-V specificati, oltre a tutti i pacchetti App-V associati.

Eseguire il modulo di rilevamento per i pacchetti e i server App-V su un computer collegato al dominio all’interno della posizione di quella risorsa. Seguire i consigli contenuti in Installare e utilizzare Remote PowerShell SDK per iniziare. Continuare a eseguire cmdlet o script PowerShell. Vedere gli esempi seguenti.

Attività di esempio

Importare il modulo di rilevamento dei pacchetti App-V di Citrix DaaS.

import-module "D:\Support\Tools\Scripts\Citrix.Cloud.AppLibrary.Admin.v1.psm1"
<!--NeedCopy-->

Passare attraverso la directory dell’archivio dei pacchetti App-V e caricare ciascun pacchetto.

Get-ChildItem -Path "\FileServer.domain.net\App-V Packages" -Filter *.appv |
Foreach-Object{
    Import-AppVPackageToCloud -PackagePath $_.FullName
}
<!--NeedCopy-->

Scoprire e caricare i pacchetti registrati con un server di gestione Microsoft App-V.

Import-AppVPackagesFromManagementServerToCloud -ManagementSrvFQDN AppVManagementServer.domain.net
<!--NeedCopy-->

Rilevare il server di gestione e pubblicazione di Microsoft App-V e aggiungere la configurazione alla libreria applicazioni. In questo modo vengono importati anche tutti i pacchetti gestiti dal server di gestione di Microsoft App-V in modalità dual admin.

Import-AppVDualAdminCloud -ManagementSrvUrl http://AppVManagementServer.domain.net –PublishingServerUrl http://AppVManagementServer.domain.net:8001
<!--NeedCopy-->

Leggere la documentazione della guida di PowerShell inclusa nel modulo.

Get-Help Import-AppVPackageToCloud
<!--NeedCopy-->

Limiti

  • Non è possibile rilevare i pacchetti App-V sull’infrastruttura della posizione risorsa direttamente dalla console di gestione Citrix DaaS in Citrix Cloud. Per ulteriori informazioni su Citrix Cloud, vedere la documentazione di Citrix Cloud .
  • La console di gestione Citrix DaaS in Citrix Cloud non dispone di una connessione live al server di gestione Microsoft App-V. Le modifiche apportate ai pacchetti e ad altre configurazioni nel server di gestione di Microsoft App-V non vengono riportate nella console di gestione di Citrix DaaS fino a quando non viene rieseguito Import-AppVDualAdminCloud. Ciò è diverso dal comportamento di rilevamento dei pacchetti in locale.

API Monitor Service OData

Oltre a utilizzare le funzioni di Monitor per visualizzare i dati storici, è possibile eseguire query sui dati utilizzando l’API del servizio di monitoraggio. Utilizzare l’API per:

  • Analizzare le tendenze storiche per la pianificazione
  • Eseguire una risoluzione dettagliata dei problemi di connessione e guasti della macchina
  • Estrarre informazioni da inserire in altri strumenti e processi; ad esempio, utilizzando le tabelle PowerPivot di Microsoft Excel per visualizzare i dati in modi diversi
  • Creare un’interfaccia utente personalizzata oltre ai dati forniti dall’API

Per ulteriori informazioni, vedere API Monitor Service OData. Per accedere all’API Monitor Service, vedere Access Monitor Service data using the OData v4 endpoint in Citrix Cloud.

API Citrix DaaS

Le API Citrix DaaS sono disponibili all’indirizzo https://developer.cloud.com/citrixworkspace/citrix-daas.

Dichiarazione di non responsabilità

Questo software/codice di esempio viene fornito “COSÌ COM’È” senza dichiarazioni, garanzie o condizioni di alcun tipo. È possibile utilizzarlo, modificarlo e distribuirlo a proprio rischio. CITRIX NON RICONOSCE ALCUNA GARANZIA ESPRESSA, IMPLICITA, SCRITTA, ORALE O DI LEGGE, INCLUSE, A TITOLO ESEMPLIFICATIVO, LE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ, ADEGUATEZZA PER UNO SCOPO SPECIFICO E NON VIOLAZIONE DEI DIRITTI DI TERZI. Senza che ciò comporti una limitazione a quanto sopra, l’utente riconosce e accetta che (a) il software/codice di esempio potrebbe presentare errori, difetti di progettazione o altri problemi, con conseguente perdita di dati o danni alla proprietà; (b) potrebbe non essere possibile rendere il software/codice di esempio completamente funzionante; e (c) Citrix può, senza preavviso o responsabilità nei confronti dell’utente, cessare di rendere disponibile la versione corrente e/o qualsiasi versione futura del software/codice di esempio. In nessun caso il software/codice deve essere utilizzato per supportare attività estremamente pericolose, incluse, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, attività di supporto vitale o di sabbiatura. NÉ CITRIX NÉ NESSUNA DELLE SUE CONSOCIATE O DEI SUOI AGENTI SARÀ RESPONSABILE IN RECLAMI RELATIVI A INADEMPIMENTO CONTRATTUALE O E PER QUANTO LEGALMENTE IMPUTABILE, DI ALCUN TIPO DI DANNI DERIVANTI DALLA SUA DECISIONE DI UTILIZZARE IL SOFTWARE/CODICE DI ESEMPIO, INCLUSI, A TITOLO ESEMPLIFICATIVO, I DANNI DIRETTI, SPECIALI, ACCIDENTALI, MORALI, CONSEQUENZIALI O DI ALTRO TIPO, ANCHE NEL CASO IN CUI LA POSSIBILITÀ DEL VERIFICARSI DI TALI DANNI FOSSE STATA COMUNICATA. L’utente accetta di indennizzare e difendere Citrix da qualsiasi reclamo derivante dall’uso, dalla modifica o dalla distribuzione del codice.

SDK e API